adv-837
<< ATTUALITÀ

Manifestazione #ioapro a Monopoli, il ‘Borgo’ resta senza risposte

| 8 Aprile 2021 | ATTUALITÀ

L’economia del Paese è sotto assedio dalla pandemia da più di un anno incalzando ulteriormente, e drasticamente, sopra tutto le città del Sud. In queste ore, infatti, da Nord a Sud le manifestazioni di grande disagio economico incominciano ad avere gli effetti collaterali che difficilmente si potranno colmare se le amministrazioni locali, regionali e lo Stato non danno una svolta alla più grande crisi dopo quella del 2007.

A mio avviso saranno proprio le regioni del Sud, come di consuetudine, a rimetterci le penne.

Monopoli, ad esempio, (citta natale ndr), che vive prevalentemente sul commercio, oggi scende in piazza Vittorio Emanuele II – io preferisco chiamarlo Borgo – in una pacifica manifestazione di protesta #ioapro. Una nutrita presenza di commercianti, ristoratori e imprenditori uniti nella consapevolezza che, a far da padrona alla drammatica situazione economica della città del Gabbiano, sia l’emergenza pandemica.

adv-69

Ovviamente – e bisogna dare atto – tra i manifestanti c’erano anche esponenti dell’amministrazione comunale e il sindaco Angelo Annese. Un disagio, dunque, che vede l’economia monopolitana depressa ulteriormente dalle risposte evasive e di circostanza che i manifestanti sono costretti ad assorbire; il problema però persiste!

Angelo Annese, sindaco di Monopoli (Ba)

Il monito delle prerogative, dallo Stato in primis e successivamente dalle regioni, sono state collettivamente firmate e approvate anche dai primi cittadini nel Nuovo Dpcm. Dare la colpa alla Regione Puglia, in questo caso, equivale a ripetere il solito modus operandi – il politichese per intenderci – all’insegna dell’incoerenza e dell’inaffidabilità.

Oggi i monopolitani chiedono al Primo Cittadino risposte e soluzioni. Lui invece lamenta che l’autorità regionale non lo ascolta. Bene: si prenda la responsabilità della sua cittadinanza e dia delle risposte immediate alla sua economia. Anche perché è incomprensibile la strategia della chiusura dei settori ritenuti non essenziali; o tutti aperti o tutti chiusi!

Un cittadino, Filippo, non le manda a dire: “Ho fatto una domanda al nostro sindaco Angelo Annese… come al solito la colpa è sempre degli altri. Mai una volta che questi illustri Signori si prendano le loro responsabilità”. Continua Filippo – “Oggi Monopoli attraversa una catastrofe economica che può essere contenuta, in totale sicurezza e con le dovute direttive”.

TAG: #ioapro, Angelo Annese, Monopoli, sindaco
adv-722
Articoli Correlati