fbpx
adv-220
<< ATTUALITÀ

Figuraccia BBC: rintegrato l’ex bomber Gary Lineker

| 14 Marzo 2023 | ATTUALITÀ

La BBC ha chiamato una tregua lunedì nella sua resa dei conti con il commentatore sportivo Gary Lineker, annullando la sua sospensione dell’ex grande bomber per un tweet che criticava la controversa nuova politica migratoria del governo britannico.

Il voltafaccia ha fatto seguito a un fine settimana di caos e crisi per l’emittente nazionale britannica finanziata con fondi pubblici, che ha dovuto affrontare un enorme contraccolpo dopo aver messo da parte uno dei suoi conduttori più noti perché aveva espresso un’opinione politica.

“Gary è una parte preziosa della BBC e so quanto la BBC significhi per Gary, e non vedo l’ora che presenti la nostra copertura il prossimo fine settimana”, ha dichiarato il direttore generale della BBC Tim Davie.

Lineker, 62 anni, si è detto “contento che abbiamo trovato una via da seguire”.

Il clamore nasce da un piano annunciato la scorsa settimana dal governo conservatore britannico per cercare di impedire a decine di migliaia di migranti ogni anno di raggiungere il Paese su piccole imbarcazioni attraverso la Manica. Un nuovo disegna di legge impedirà le richieste di asilo da parte di chiunque raggiunga il Regno Unito con mezzi non autorizzati e obbligherà il governo a trattenerli e deportarli “nel loro paese d’origine o in un paese terzo sicuro”.

La legislazione è stata condannata dai gruppi di rifugiati e dalle Nazioni Unite e il governo ammette che potrebbe violare il diritto internazionale.

Lineker, uno dei giocatori più lodati d’Inghilterra e il presentatore televisivo più pagato della società, è stato sospeso dopo aver descritto il piano su Twitter come “incommensurabilmente crudele” e definito il linguaggio del governo “non dissimile da quello usato dalla Germania negli anni ’30”.

Il Daily Telegraph e il Daily Mail – due giornali di destra a lungo critici nei confronti della BBC – hanno espresso indignazione per quello che hanno descritto nei titoli come il commento “nazista” di Lineker, sebbene non avesse usato la parola.

Il governo conservatore ha definito il paragone di Lineker offensivo e inaccettabile, e alcuni legislatori hanno affermato che la BBC dovrebbe licenziarlo.

L’emittente ha annunciato venerdì che Lineker avrebbe “fatto un passo indietro” fino a quando non avesse accettato di mantenere i suoi tweet entro le regole di imparzialità della BBC.

I critici hanno accusato la BBC di sopprimere la libertà di parola ed è stata costretta a eliminare gran parte della sua programmazione sportiva del fine settimana dopo che commentatori, analisti e giocatori della Premier League si sono rifiutati di apparire in onda come dimostrazione di sostegno a Lineker.

Il programma di punta “Partita del giorno” è stato ridotto dai soliti 90 minuti di momenti salienti e analisi a una raccolta di 20 minuti di clip delle partite del giorno, senza commenti o opinioni. Altri programmi televisivi e radiofonici sul calcio sono stati ritirati dal palinsesto sabato e domenica con la diffusione del boicottaggio.

Davie ha insistito lunedì sul fatto che la BBC “ha fatto la cosa giusta” sospendendo Lineker, ma ha detto che ora ci sarebbe stata una revisione indipendente delle sue regole sui social media per affrontare le “aree grigie” nelle linee guida.

“Tra ora e quando la recensione riporta, Gary si atterrà alle linee guida editoriali”, ha detto.

Davie ha detto che la BBC “ha un impegno per l’imparzialità nella sua Carta”, così come un impegno per la libertà di espressione.

“Questo è un atto di bilanciamento difficile da ottenere correttamente”, ha detto.

Il furore riflette la natura distintiva dei media britannici, dove i giornali sono molto supponenti e le emittenti di notizie devono essere equilibrate, in particolare la BBC finanziata dai contribuenti, che ha il dovere di essere imparziale.

La crisi ha illustrato drammaticamente le pressioni a lungo affrontate dalla centenaria BBC in un mondo politico e mediatico sempre più polarizzato. Quelli di destra spesso percepiscono un’inclinazione di sinistra nella produzione di notizie dell’emittente, mentre alcuni liberali la accusano di avere un pregiudizio conservatore.

I politici dell’opposizione hanno accusato il governo di intromettersi spingendo per capi conservatori per la BBC. Davie è un ex candidato conservatore al governo locale. Il presidente della BBC Richard Sharp è un donatore del partito conservatore che ha contribuito a organizzare un prestito nel 2021 per l’allora primo ministro Boris Johnson, settimane prima che Sharp fosse nominato alla carica della BBC su raccomandazione del governo.

I conservatori suggeriscono anche periodicamente di cambiare il modello di finanziamento della BBC. Prende gran parte del suo denaro da un canone pagato da tutte le famiglie con un televisore.

La portavoce della cultura e dei media del partito laburista dell’opposizione, Lucy Powell, ha affermato che i conservatori “volevano da tempo minare la BBC”.

“Oltre a una revisione delle linee guida sui social media della BBC, questa saga dovrebbe spingere il governo a esaminare come protegge e promuove una BBC veramente indipendente e imparziale”, ha affermato.

Come parte del suo impegno per l’imparzialità, la BBC impedisce ai giornalisti di esprimere opinioni politiche.

Lineker, in quanto libero professionista che non lavora nelle notizie o nell’attualità, non è vincolato dalle stesse regole e talvolta ha spinto i confini di ciò che la BBC considera accettabile. L’anno scorso, la BBC ha scoperto che Lineker ha violato le sue regole con un tweet sulle presunte donazioni dei russi ai conservatori.

James Harding, ex direttore delle notizie della BBC, ha affermato che la società è entrata in un “pasticcio” sulla questione dell’imparzialità.

Ha affermato che è importante che l’emittente “che fornisce notizie e informazioni che informano il paese sia imparziale”, ma ha aggiunto: “Non puoi arrivare a un mondo in cui la BBC controlla le opinioni di ogni scrittore, regista, musicista, personaggio sportivo, scienziato, imprenditore.

Lineker ha affermato che sono stati “alcuni giorni surreali” e ha ringraziato i colleghi per il loro supporto. E non ha mostrato segni di voler interrompere il suo uso dei social media.

“Un ultimo pensiero: per quanto difficili siano stati gli ultimi giorni, semplicemente non è paragonabile al dover fuggire da casa tua a causa di persecuzioni o guerre per cercare rifugio in una terra lontana”, ha twittato ai suoi 8,8 milioni di follower. “È commovente vedere l’empatia verso la loro situazione da così tanti di voi.”

TAG: BBC, Gary Lineker, Regno unito, UK
adv-601
Articoli Correlati