adv-856
<< ESTERI

Migliaia di manifestanti contro il primo ministro Netanyahu

| 3 Gennaio 2021 | ESTERI

Migliaia di israeliani hanno protestato ancora sabato contro il primo ministro Benjamin Netanyahu, chiedendo che il leader di lunga data si dimetta per accuse di corruzione contro di lui e per presunta cattiva gestione della crisi del coronavirus.

Con i cartelli “Vai Via” e “Tutti sono uguali davanti alla legge”, i manifestanti hanno affollato una piazza di Gerusalemme vicino alla residenza ufficiale di Netanyahu, dove si sono riuniti per mesi per chiedere le sue dimissioni.

Netanyahu è accusato di frode, violazione della fiducia e accettazione di tangenti in tre casi che coinvolgono soci miliardari e magnati dei media. Nega il male.

Ma i manifestanti affermano che Netanyahu non può guidare adeguatamente il paese mentre è sotto accusa per corruzione. Il suo processo dovrebbe iniziare le udienze probatorie nelle prossime settimane.

Israele dovrebbe tenere la sua quarta elezione nazionale in due anni a marzo, quello che probabilmente sarà un altro referendum contro Netanyahu mentre affronterà una sfida da parte dei disertori all’interno del suo partito Likud.

I manifestanti affermano anche che Netanyahu e il suo governo hanno pasticciato la risposta al coronavirus. Il paese ha visto la sua economia colpita duramente dalle restrizioni dei virus durante tutto l’anno ed è di nuovo sotto un blocco nazionale, anche se parziale, a causa dell’aumento dei tassi di infezione.

Netanyahu ei suoi alleati hanno utilizzato la diffusa campagna di vaccinazione di Israele, in cui più di un decimo della sua popolazione è stata immunizzata, per cercare di indebolire i manifestanti e la loro causa. Affermano che Netanyahu sta lavorando per porre fine all’epidemia di coronavirus di Israele mentre tengono solo dimostrazioni.

TAG: Benjamin Netanyahu, Israele, manifestanti
adv-835
Articoli Correlati