adv-227
<< ATTUALITÀ

Israele restituisce oltre 1 miliardo di dollari trattenuti ai palestinesi

| 3 Dicembre 2020 | ATTUALITÀ

Israele ha rilasciato più di 1 miliardo di dollari di tasse trattenute dall’Autorità Palestinese, ha detto un ministro palestinese, settimane dopo il rinnovo del coordinamento tra le due parti.

“Il governo israeliano trasferisce tutte le quote finanziarie dello sdoganamento sul conto dell’Autorità palestinese, pari a tre miliardi e 768 milioni di shekel”, ha postato mercoledì su Twitter il ministro degli Affari civili Hussein al-Sheikh, riferendosi alle tasse, comprese le dogane tasse, che lo stato ebraico raccoglie per conto dell’Autorità Palestinese.

Il ministero delle finanze israeliano ha confermato il trasferimento di 3,77 miliardi di shekel (1,14 miliardi di dollari), ha detto.

adv-45

Le tasse, gestite da Israele in base ad accordi provvisori degli anni ’90 e solitamente consegnate mensilmente, costituiscono più della metà del budget dell’Autorità Palestinese, la cui economia è stata duramente colpita dalla pandemia di coronavirus.

La PA non è stata in grado di pagare la retribuzione piena dei suoi 130.000 dipendenti negli ultimi mesi.

Il primo ministro palestinese Mohammed Shtayyeh ha detto questa settimana che pagherà gli stipendi pieni una volta ricevuti i soldi delle tasse.

A maggio, i palestinesi hanno interrotto il coordinamento con Israele, con il presidente palestinese Mahmoud Abbas che ha affermato che era in risposta ai piani israeliani di annettere parti della Cisgiordania già occupata illegalmente.

Israele ha congelato i suoi piani di annessione ad agosto come parte di un accordo per stringere rapporti diplomatici con gli Emirati Arabi Uniti.

I palestinesi a novembre hanno detto che stavano riprendendo la cooperazione civile e di sicurezza con Israele che era stata sospesa per l’annessione.

L’annuncio è avvenuto circa due settimane dopo che il candidato democratico Joe Biden aveva battuto l’incombente Donald Trump nella corsa alla presidenza degli Stati Uniti.

Da allora Abbas ha indicato che abbandonerà il suo boicottaggio politico triennale della Casa Bianca.

“In questo momento stiamo inviando messaggi chiari non solo agli israeliani, non solo all’amministrazione Biden ma anche agli europei e a molti altri che la Palestina e i palestinesi sono pronti a impegnarsi nuovamente con Israele”, il ministro degli Esteri palestinese Riyad al- Maliki ha detto in una videoconferenza del 26 novembre.

TAG: Israele, Palestina
adv-57
Articoli Correlati