Scandalo Nazioni Unite; atti sessuali nell’auto Onu in Israele

Un portavoce del capo delle Nazioni Unite ha dichiarato che le azioni di coloro che sono nel video sono "disgustose"

128

Le Nazioni Unite affermano di essere profondamente disgustati e scioccati dal filmato di un apparente atto sessuale in una delle sue auto ufficiali a Israele.

La clip mostra una donna con un vestito rosso a cavallo di un uomo sul sedile posteriore di una jeep bianca 4×4 con contrassegni ONU.

Il video, ampiamente condiviso sui social media, apparentemente è stato girato in una strada principale sul lungomare di Tel Aviv.

Le Nazioni Unite hanno affermato che stanno indagando sull’incidente ed è vicina all’identificazione delle persone viste nel video.

Si ritiene che coloro che sono coinvolti siano membri del personale di un’organizzazione di mantenimento della pace in Israele, è quanto hanno dichiarato le Nazioni Unite.

Un altro passeggero sembra che sia accasciato nella parte anteriore, ma il conducente non è riconoscibile mentre l’auto si allontana.

Stéphane Dujarric, il portavoce del segretario generale delle Nazioni Unite, António Guterres, ha descritto il comportamento visto nel video di 18 secondi come “disgustoso”.

Questo tipo di comportamento “va contro tutto ciò che sosteniamo e che abbiamo lavorato per raggiungere in termini di lotta contro la cattiva condotta da parte del personale delle Nazioni Unite”, ha detto Dujarric.

Alla domanda se l’apparente atto sessuale fosse consensuale o comportasse un pagamento, Dujarric ha affermato che tali domande facevano parte dell’indagine in corso.

Le Nazioni Unite hanno politiche rigorose contro la cattiva condotta sessuale da parte dei suoi membri del personale.

Il personale può essere disciplinato se viene riscontrato che viola le regole di condotta. Possono essere rimpatriati o banditi dalle operazioni di mantenimento della pace delle Nazioni Unite, ma è responsabilità della loro nazione d’origine intraprendere ulteriori azioni disciplinari o legali.

Le Nazioni Unite sono state sottoposte a un attento esame delle accuse di cattiva condotta sessuale da parte delle forze di pace e di altro personale. Ci sono state accuse frequenti negli ultimi anni.

Il segretario generale Guterres si è impegnato ad adottare un approccio di “tolleranza zero” nei confronti della cattiva condotta sessuale con i ranghi delle Nazioni Unite.

“Siamo scioccati e profondamente turbati da ciò che viene visto in questo video”, ha affermato Dujarric.

Ha affermato che un’indagine condotta dall’Ufficio delle Nazioni Unite per i servizi di sorveglianza interna “si sta muovendo molto rapidamente”.

Dujarric ha affermato che il luogo dell’incidente era noto e che l’identificazione delle persone viste nel video era “prossima al completamento”.

Basato su edifici visibili nel video, il filmato sembra essere stato catturato in HaYarkon Street, una zona solitamente affollata parallela al lungomare.

“Prevediamo che il processo si concluderà molto rapidamente e intendiamo adottare prontamente le misure appropriate”, ha affermato Dujarric.

Dujarric ha affermato che le persone coinvolte sono state probabilmente assegnate all’Organizzazione delle Nazioni Unite per la tregua di supervisione (UNTSO), che ha prestato servizio nella regione dal 1948.

Heather Barr, condirettore della divisione per i diritti delle donne di Human Rights Watch, ha dichiarato di non essere “sorpresa” dal video di Israele.

Barr, che ha lavorato per le Nazioni Unite in Burundi e in Afghanistan, ha affermato che è “bello che stiano investigando”, ma ha aggiunto che le Nazioni Unite “hanno un problema più grande di questo video”.

“Questo problema riguarda le accuse di sfruttamento sessuale e abusi commessi da membri dello staff delle Nazioni Unite”, ha affermato Barr.

Nel 2019, ci sono state 175 accuse di sfruttamento sessuale e abusi contro membri del personale delle Nazioni Unite, secondo un rapporto. Di queste accuse, 16 erano comprovate, 15 erano prive di fondamento e tutte le altre erano ancora oggetto di indagine.

close