mercoledì, Agosto 12, 2020
Home ATTUALITÀ I superpoteri di Di Maio e Salvini

I superpoteri di Di Maio e Salvini

-

Li chiameremo SuperGigi e SuperMatteo. Presto si attribuiranno loro capacità taumaturgiche e miracolose. Dopo l’ultima clamorosa pisellata (cit. “Chi ha incastrato Roger Rabbit”), stavolta a firma del Times di Londra (prontamente rilanciato da giornaloni e TV a reti unificate), siamo pronti a tutto.

L’aumento dei casi di morbillo in Gran Bretagna, una vera e propria «emergenza nazionale» secondo un allarme lanciato da Public Health England tre giorni fa, potrebbe essere stato determinato da cittadini britannici che erano stati contagiati in Italia.

Fin qui ci possiamo stare. Ma quello che quello svampitone del collega del Times ha dimenticato è che nel Regno Unito la copertura vaccinale per il morbillo ha raggiunto già due anni fa la fatidica soglia del 95%. Quella che fa scattare nella dottrina medico-vaccinista la tanto agognata immunità di gregge che protegge anche gli immunodepressi o chi, a vario titolo, non può vaccinarsi.

Lega e M5S più forti della scienza, o piuttosto dogmi della scienza da aggiornare? E aggiornare non significa aumentare la soglia al 99%, come si è già suggerito. Altri dati spazzano via anche questo mito.

Intanto, tutti a scuola a settembre, autocertificando che si è vaccinato o si provvederà a vaccinare il figlio. Un ammorbidimento che senz’altro aiuta a evitare estenuanti attese per un semplice ceerificato nelle sovraffollate ASL, che peraltro nella maggior parte delle Regioni non hanno ancora censito in modo attendibile la pioggia di dati da gestire da quando la L.119 è entrata in vigore, poco meno di un anno fa.

Ma la decisione annunciata dal Ministro della Salute Giulia Grillo taglia fuori dal conto una fetta consistente dei genitori italiani: quelli che a vaccinare non ci pensano proprio, e sufficientemente onesti da non voler dichiarare il falso.

Criminalizzati dal precedente Ministro, platealmente ignorati dopo il cambio della guardia. E ovviamente molto, molto delusi.

Obiettori di coscienza. Testimoni di Geova. Madri e padri con un figlio già leso da un vaccino, terrorizzati all’idea di vaccinare il secondo. Genitori che vorrebbero semplicemente rimandare le vaccinazioni di qualche tempo, perché tanti vaccini a dei fragili neonati li spaventano. Ognuno ha una storia a sé e ognuno ha il sacrosanto diritto di essere ascoltato.

Vaccini si, obbligo no. Continuiamo a credere alle Sue parole, signor Ministro.


close







close






4,100FansLike
1,175FollowersFollow
- Advertisment -

I Più Letti

Joe Biden sceglie Kamala Harris come vicepresidente

0
Il candidato alla presidenza democratica Joe Biden ha ufficialmente scelto la senatrice della California Kamala Harris come vicepresidente. Harris, che si è candidata alla presidenza,...

editoriale

Il lato oscuro del monitoraggio digitale in un’app anti coronavirus

0
In Corea del Sud hanno tenuto sotto controllo la curva delle infezioni da coronavirus senza chiudere locali pubblici e scuole, senza imporre drastiche restrizioni...