fbpx
adv-873
<< ESTERI

Sparatoria a Los Angeles: 10 morti a Monterey Park

| 23 Gennaio 2023 | ESTERI

Dieci persone sono rimaste uccise in una sparatoria in un locale a Monterey Park, ad una quindicina di chilometri dal centro di Los Angeles, mentre in strada in decine di migliaia stavano celebrando il Capodanno lunare cinese.

Il killer è un uomo asiatico, secondo alcune fonti “armato di un potente fucile d’assalto”, che si è subito dato alla fuga. La Cnn riporta che potrebbe essere stato individuato dalla polizia a Torrance, a 50 km dal luogo della strage, dove una decina di volanti ha circondato il camioncino bianco in cui potrebbe trovarsi.

La polizia della Contea di Los Angeles ha pubblicato le prime foto del sospettato killer di Monterey Park. Dalle immagini si vede un uomo sui 40 anni, con gli occhiali e un passamontagna. Lo sceriffo Robert Luna ha twittato le foto sottolineando che si tratta di un individuo “armato e pericoloso”, alto circa 1.70 per 54 chili.

adv-534

La sparatoria è iniziata alle 22 ora locale (le 7 italiane). La zona di Monterey Park è una delle più grandi comunità asiatiche della California.

Avrebbe tra i 30 e i 50 anni l’uomo che ha fatto irruzione nel locale di Monterey Park, il Ballroom Dance Studio. Oltre ai 10 morti – cinque uomini e cinque donne – altre 10 persone sono state ferite e sono ricoverate in ospedale.

Venti minuti dopo, a soli a tre chilometri dal luogo della sparatoria, ad Alhambra, un uomo è entrato in un altro locale cinese con una pistola, ma è stato bloccato e disarmato dai clienti prima che riuscisse a sparare.

La polizia adesso sta cercando di capire se i due fatti possano essere collegati. “Tutte le piste sono aperte”, ha detto lo sceriffo della contea di Los Angeles, Robert Luna. Non si esclude l’ipotesi del “crimine d’odio”, anche se l’origine del killer potrebbe far pensare ad un altro movente. La paura è che il killer possa compiere altri atti di violenza. Per questo tutte le feste programmate a Monterey per il Capodanno cinese sono state annullate.

“La gente di Monterey Park avrebbe dovuto trascorrere una notte di gioiosa celebrazione. Invece è rimasta vittima di un orribile e spietato atto di violenza armata”, ha scritto su Twitter il governatore della California, Gavin Newsom. Il presidente Joe Biden ha chiesto all’Fbi di assistere gli investigatori locali nelle indagini.

Negli ultimi anni la comunità asiatica negli Stati Uniti è stata vittima di diversi episodi di violenza. Il peggiore risale al 16 marzo del 2021, quando otto persone – tra cui tre donne – furono uccise in tre diversi centri massaggi ad Atlanta, in Georgia.

La sparatoria di Monterey Park è già la seconda in meno di una settimana in California. Arriva dopo l’uccisione di sei persone, inclusa una mamma di 16 anni e un bimbo di 10 mesi, nella contea di Tulare. Ed è anche la 33esima sparatoria di massa negli Stati Uniti di massa solo nel 2023. L’anno scorso ce ne sono state 648.

TAG: Los Angeles, omicidio, sparatoria, USA
adv-139
Articoli Correlati