fbpx
adv-861
<< ESTERI

Mosca consegnerà alla Bielorussia missili balistici di tipo Iskander-M

| 26 Giugno 2022 | ESTERI

“L’Ucraina tornerà ai suoi confini del 1991. Non ci saranno altri scenari e non ne stiamo considerando altri. Prima della fine dell’anno i combattimenti attivi diminuiranno praticamente a zero”: così il capo dell’intelligence militare di Kiev, Budanov, secondo il quale la ritirata da Severodonetsk, interamente occupata dai russi, è stata “tattica e organizzata” e “a partire da agosto si verificheranno eventi che dimostreranno al mondo che la svolta comincia ad avere luogo”. Putin annuncia che la Russia fornirà alla Bielorussia missili a corto raggio Iskander-M, tra i più moderni nell’arsenale di Mosca e capaci anche di trasportare testate atomiche.

Kiev denuncia il lancio di 48 missili russi nella notte contro obiettivi civili: ‘Cercano di intimidirci’, dice il consigliere del presidente Zelensky, Podolyak. E l’esercito riferisce di lanci dalla Bielorussia sulla regione di confine di Chernihiv. I separatisti filo-Mosca hanno annunciato che a Lysychansk si “combatte per le strade”. Intanto, secondo intelligence britannica dall’ inizio del mese Mosca ha rimosso numerosi generali dal comando operativo. Nella regione di Kiev è stato reimposto il coprifuoco, dalle 23 alle 5 del mattino.

Le forze russe hanno stabilito il pieno controllo della città ucraina di Severdonetsk e della vicina città di Borivske: lo ha reso noto il portavoce del ministero della Difesa a Mosca, il tenente generale Igor Konashenkov. In precedenza fonti ucraine avevano riconosciuto che le truppe si erano completamente ritirate e il sindaco della città, teatro nel Donbass da diverse settimane di aspri combattimenti tra l’esercito ucraino e quello russo, era “interamente occupata” dalle truppe di Mosca.

TAG: Bielorussia, Guerra Russia-Ucraina, missili balistici, Mosca
adv-19
Articoli Correlati