fbpx
adv-323
<< ESTERI

Guerra Ucraina-Russia: Mariupol assediata

Navi russe bombardano Odessa dal mar Nero.
| 17 Marzo 2022 | ESTERI

Nuovi attacchi sulle città ucraine nelle ultime ore. Bombardata la costa a sud di Odessa, attacchi anche su altre città come Kiev e Mariupol, dove è stato colpito un teatro usato come rifugio dai civili. Kuleba: “Crimine di guerra”. Ma Mosca nega ogni responsabilità: “Distrutto da battaglione Azov”. Colpito anche centro sportivo usato come ricovero per donne incinte e bambini. Nuovi attacchi a su abitazioni a Kiev.

Zelensky, in collegamento col Congresso USA, ha paragonato la guerra nel suo Paese a un “11 settembre che si ripete ogni giorno da tre settimane”. Il presidente ucraino ha chiesto nuovamente una “no-fly zone per ragioni umanitarie”. Ma la Nato nuovamente dice no: “Alleati compatti su questo”. Putin: “Nessuna occupazione, vero genocidio è stato in Donbass”. Il Financial Times ha pubblicato la bozza del piano di pace in 15 punti, ma Kiev precisa: “Sono le ricerche russe.

Intanto il ministro degli Esteri russo Lavrov ha ribadito che per Mosca i punti chiave nella trattativa con Kiev sono la sicurezza delle popolazioni russofone nell’est dell’Ucraina e la sua smilitarizzazione, aggiungendo che alcune formulazioni di un accordo con l’Ucraina sono “vicine” a un’intesa, mentre lo status neutrale per Kiev viene “seriamente considerato”. La Corte internazionale di Giustizia Onu: la Russia deve “sospendere immediatamente l’operazione militare”.

adv-81

Colloquio tra il patriarca russo Kirill e Papa Francesco. Fitch: il pagamento “in valuta locale” delle cedole sugli Eurobond in dollari statunitensi della Russia rappresenterebbe “un default sovrano, alla scadenza del periodo di grazia di 30 giorni”.

Il ministro della Difesa e vicepremier sloveno Matej Tonin si recherà in visita domani a Bratislava per un incontro con il suo omologo slovacco Jaroslav Ned, al fine di discutere della partecipazione slovena a un nuovo gruppo tattico di combattimento della Nato in Slovacchia. Nello stesso giorno è prevista la presenza in Slovacchia del segretario della Difesa statunitense, Lloyd Austin.

L’Agenzia di stampa slovena (STA) cita fonti del ministero della Difesa secondo le quali il governo di Lubiana è in procinto di decidere sul numero di soldati da inviare alla missione. Secondo quanto ha affermato qualche tempo fa il ministro Tonin, la Slovenia è pronta a sostenere l’adesione dell’Ucraina all’Unione europea e a rafforzare la presenza dell’esercito sloveno sul fronte orientale della Nato.

L’istituzione del gruppo di combattimento, che dovrebbe includere 2.100 soldati, di cui fino a 100 sloveni, rientra nell’ottica di una presenza rafforzata dell’Alleanza nord-atlantica in Europa orientale. Ieri il parlamento slovacco ha approvato l’istituzione di un nuovo gruppo di combattimento della Nato nel paese, inizialmente con 1.200 soldati provenienti da Repubblica Ceca, Germania, Paesi Bassi, Stati Uniti, Polonia e Slovenia.

TAG: guerra, russia, Ucraina, USA
adv-20
Articoli Correlati