adv-237
<< ATTUALITÀ

Case in affitto, maggiori opportunità per chi cerca nelle città d’arte

| 17 Aprile 2021 | ATTUALITÀ

L’Italia è da sempre riconosciuta nel mondo come la culla delle opere d’arte più famose al mondo.

Musei, sculture, dipinti, palazzi, chiese, monumenti, giardini, borghi, sono solo alcuni esempi delle opere che ogni anno attirano milioni di turisti nel Bel Paese.

Per quanto ogni angolo d’Italia sia custode di piccoli, grandi tesori, le città che maggiormente vengono prese d’assalto sono quelle a maggiore concentrazione di opere realizzate da grandi artisti del passato e contemporanei.

adv-799

Basti pensare ai parchi archeologici di Roma o a Venezia, considerate veri e propri musei a cielo aperto.

Firenze, culla del rinascimento, con le sue gallerie di opere realizzate dai più grandi nomi della storia, come Leonardo, Raffaello, Donatello. E ancora, Bologna e Milano, dalla storia più recente ma non meno ricche di eventi e collezioni provenienti da tutto il mondo fruibili al pubblico nelle diverse stagioni dell’anno.

Se accanto a questo si affianca una cucina ormai Patrimonio dell’Umanità e le diverse opportunità che proprio queste città offrono a lavoratori e studenti, non è difficile comprendere quanto importanti e dinamici siano gli spostamenti che ogni anno interessano le principali città d’arte italiane.

Un flusso di viaggiatori che ha consentito a molti proprietari di seconde case di investire in questo senso, riservando proprio alla ricettività, agli affitti brevi o residenziali i propri appartamenti, e beneficiando di una seconda entrata non da poco. È cosa nota, infatti, che proprio in queste stesse città, spesso i prezzi degli affitti siano proibitivi e i canoni in costante lievitazione.

Tutto questo, almeno, fino all’avvento della Pandemia che ha portato con sé non pochi effetti proprio sulle città d’arte e, di conseguenza, sul mercato degli affitti. Il blocco degli spostamenti, le diverse chiusure conseguenti all’alternarsi delle differenti ondate, la chiusura dei confini, non hanno certo giovato al turismo italiano.

Gli appartamenti destinati proprio agli affitti brevi e ai turisti sono, di fatto, rimasti vuoti per quasi un anno e rispettivi proprietari hanno dovuto agire di conseguenza.

Molti di loro, infatti, hanno optato per un cambio di destinazione di questi immobili, orientando la loro offerta verso il mercato degli affitti residenziali. Una decisione che ha contribuito a far lievitare ulteriormente l’offerta di appartamenti
liberi nelle maggiori città italiane.

Questi infatti sono aggiunti a quelli già resi disponibili in seguito alla partenza di molti fuori sede, spinti a rientrare nelle proprie regioni d’origine dalla possibilità di usufruire dello smart working e della didattica a distanza.

I numeri che dividono i trend di mercato dello scorso anno, rispetto a quello attuale mostrano l’enorme divario tra domanda e offerta che si è venuto a creare. Si parla di differenza che toccano cifre come +216%, +190%, +184% dell’offerta di case in affitto in città come Venezia, Milano, Firenze e cali della domanda nelle stesse metropoli, pari a 50%, 41%, 32%.

Una situazione che senz’altro agevola molto tutti coloro i quali intendono affacciarsi alla vita da fuorisede in una di queste magnifiche città italiane, proprio in questo periodo.

Il momento è propizio per prendere un appartamento in affitto, visto che nell’ultimo anno non si è assistito ad alcun aumento di prezzo, a favore, invece, di alcuni cali nei costi degli immobili. In questo senso, per agevolare il compito e riscontrare direttamente l’ampiezza dell’offerta a favore di prezzi più calmierati, è interessante l’utilizzo di strumenti di
ricerca dedicati.

Zappyrent ad esempio, è una piattaforma online gratuita che mette in contatto domanda e offerta nel mercato degli affitti, in modo rapido, veloce ed estremamente pratico. Il sito infatti raccoglie le proposte pubblicate dai diversi proprietari di casa, nelle principali città d’Italia corredando ogni annuncio con una descrizione molto dettagliata e una galleria immagini estremamente esplicativa, compilate dagli stessi proprietari.

Per riuscire a orientarsi al meglio ed evitare dispersioni inutili tra le diverse offerte, basta settare i parametri messi a disposizione dalla piattaforma.

Budget, formula abitativa, zona, sono solo alcune delle voci da impostare per circoscrivere la ricerca e visualizzare solo i risultati più adatti alle proprie esigenze. Una funzione che consente, in questo modo, di effettuare le proprie ricerche da casa, così come anche la “visita online” dei diversi immobili, senza necessità di sopralluoghi diretti, trattativa e conclusione dell’accordo.

Zappyrent infatti mette a disposizione degli utenti tutti gli strumenti necessari a riservare l’immobile scelto, comodamente e in modo rapido e veloce.

A garanzia della procedura online, il servizio, assicura utenti e proprietari con le specifiche policy “Soddisfatti o rimborsati” e “Protezione Zappyrent” oltre all’assistenza costante agli utenti per tutto il periodo di permanenza.

TAG: affitti, case, ZappyRent
adv-124
Articoli Correlati