fbpx
adv-67
<< ESTERI

Gli USA donano 15 milioni di dollari alle comunità palestinesi

| 26 Marzo 2021 | ESTERI

Gli USA hanno detto che stanno donando 15 milioni di dollari alle comunità palestinesi vulnerabili in Cisgiordania e nella Striscia di Gaza per aiutare a combattere la pandemia COVID-19, una brusca inversione da parte dell’amministrazione Trump che ha tagliato quasi tutti gli aiuti ai palestinesi.

L’ambasciatrice statunitense Linda Thomas-Greenfield ha fatto l’annuncio all’incontro mensile del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite in Medio Oriente, affermando che il denaro dell’Agenzia statunitense per lo sviluppo internazionale sosterrà gli sforzi di risposta “COVID-19 dei servizi di soccorso cattolici nelle strutture sanitarie e per le famiglie vulnerabili Cisgiordania e Gaza.”

Inoltre, ha detto, i fondi sosterranno gli aiuti alimentari di emergenza alle comunità bisognose a causa della pandemia.

“Questo aiuto urgente e necessario è una parte del nostro rinnovato impegno per il popolo palestinese”, ha detto Thomas-Greenfield. “Gli aiuti aiuteranno i palestinesi in estremo bisogno, il che porterà più stabilità e sicurezza sia agli israeliani che ai palestinesi”.

Sotto l’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump, gli Stati Uniti hanno fornito un sostegno senza precedenti a Israele, riconoscendo Gerusalemme come capitale di Israele, spostando l’ambasciata degli Stati Uniti da Tel Aviv, interrompendo le relazioni e tagliando l’assistenza finanziaria ai palestinesi. L’amministrazione Trump ha anche invertito la rotta sull’illegittimità degli insediamenti israeliani su terreni rivendicati dai palestinesi. Ha ripristinato circa un milione di dollari durante la pandemia dell’anno scorso.

Subito dopo l’inaugurazione del presidente degli Stati Uniti Joe Biden, il 20 gennaio, la sua amministrazione ha annunciato che stava ripristinando le relazioni con i palestinesi e rinnovando gli aiuti ai rifugiati palestinesi, un’inversione del taglio di Trump e un elemento chiave del suo nuovo sostegno per una soluzione a due stati. 

Thomas-Greenfield ha affermato che i 15 milioni di dollari in aiuti sono “coerenti con i nostri interessi e i nostri valori e sono in linea con i nostri sforzi per sconfiggere la pandemia e l’insicurezza alimentare in tutto il mondo”.

Ha fatto l’annuncio mentre Israele attende i risultati finali delle quarte elezioni parlamentari di martedì in due anni. È stato ampiamente visto come un referendum sull’idoneità del primo ministro Benjamin Netanyahu a governare mentre era sotto accusa. Le sue prospettive di vittoria sono andate fuori portata giovedì, poiché il conteggio completo dei voti ha mostrato che Netanyahu e i suoi alleati di destra non raggiungono la maggioranza parlamentare. Anche i suoi avversari non hanno riunito la maggioranza della Knesset da 120 seggi.

L’annuncio degli Stati Uniti segue anche un incontro virtuale del cosiddetto Quartetto dei mediatori del Medio Oriente – Stati Uniti, Nazioni Unite, Russia e UE – per discutere del rilancio del loro sforzo a lungo bloccato per convincere Israele e i palestinesi a negoziare due soluzione statale al loro conflitto vecchio di decenni.

Una breve dichiarazione dei quattro mediatori del Medio Oriente, noti come il Quartetto, ha affermato che gli inviati hanno discusso il ritorno “a negoziati significativi che porteranno a una soluzione a due stati, compresi passi tangibili per far avanzare la libertà, la sicurezza e la prosperità per palestinesi e israeliani, il che è importante in suo diritto.”

Non ci sono stati colloqui di pace sostanziali tra Israele e palestinesi dal 2014 e le due parti sono ferocemente divise sulle questioni centrali del conflitto.

Thomas-Greenfield non ha fatto menzione di una riunione del Quartetto, ma ha ribadito il sostegno di Biden per una soluzione a due Stati e ha detto che “gli Stati Uniti non vedono l’ora di continuare il loro lavoro con Israele, i palestinesi e la comunità internazionale per raggiungere una pace a lungo cercata in Medio Oriente.”

TAG: donazione, Linda Thomas-Greenfield, Palestina, USA
adv-132
Articoli Correlati