sabato, Settembre 19, 2020
Home ESTERI Donald Trump indagato dalla procura di New York

Donald Trump indagato dalla procura di New York

-

Un procuratore di New York City che lotta per ottenere le dichiarazioni fiscali del presidente Donald Trump ha detto a un giudice lunedì che era giustificato chiederle a causa di segnalazioni pubbliche di “condotta criminale estesa e prolungata presso l’Organizzazione Trump”.

Il procuratore distrettuale di Manhattan Cyrus R. Vance Jr. sta cercando otto anni di documenti fiscali personali e societari del presidente repubblicano, ma ha rivelato poco su ciò che lo ha spinto a richiedere i registri, oltre a delle indagini relative ai pagamenti a due donne per farle tacere su presunti affari con Trump.

Lunedì in tribunale, gli avvocati di Vance, un democratico, hanno dichiarato che il presidente non aveva il diritto di conoscere l’esatta natura della sonda della giuria, che hanno definito una “complessa indagine finanziaria”.

Hanno notato, tuttavia, che all’epoca la citazione per i documenti fiscali è stata emessa ai contabili di Trump, “c’erano accuse pubbliche di possibili attività criminali” presso la società del presidente “risalenti a oltre un decennio”.

Hanno citato diversi articoli di giornale, tra cui uno in cui il Washington Post ha esaminato le accuse secondo cui Trump aveva l’abitudine di inviare dichiarazioni finanziarie a potenziali partner commerciali e banche che gonfiavano il valore dei suoi progetti sostenendo che erano più grandi o potenzialmente più redditizi di quanto non fossero in realtà .

Un altro articolo ha descritto la testimonianza congressuale dell’ex avvocato di Trump, Michael Cohen, che ha affermato che il presidente avrebbe aumentato il valore dei suoi interessi commerciali per impressionare le persone o i finanziatori, ma poi avrebbe sgonfiato il valore dei beni nel tentativo di ridurre le sue tasse.

Gli avvocati hanno anche citato le notizie di precedenti indagini non penali da parte dei regolatori di New York sul fatto che il comportamento descritto da Cohen costituisse una frode bancaria o assicurativa.

“Questi rapporti descrivono transazioni che coinvolgono attori individuali e aziendali con sede nella Contea di New York, ma la cui condotta a volte si è estesa oltre i confini di New York. Questa possibile attività criminale si è verificata entro gli statuti delle limitazioni applicabili, in particolare se le transazioni hanno comportato un modello di comportamento continuo”, hanno affermato gli avvocati.

Il team legale di Trump ha sostenuto che la citazione in giudizio per le sue dichiarazioni fiscali è stata emessa in malafede e ha comportato molestie nei confronti del presidente.

Parlando ai giornalisti lunedì, Trump ha chiamato l’indagine del procuratore distrettuale un altro tentativo da parte dei democratici di danneggiarlo.

“Questa è solo una continuazione della caccia alle streghe. Sono cose democratiche. Hanno fallito con Mueller. Hanno fallito con tutto. Hanno fallito con il Congresso. Hanno fallito in ogni fase del gioco. Questo è andato avanti per tre anni e mezzo, quattro anni”, ha detto Trump, riferendosi all’indagine del consigliere speciale Robert Mueller su presunte interferenze russe nelle elezioni del 2016.

Il mese scorso la Corte Suprema ha respinto le affermazioni degli avvocati di Trump secondo cui il presidente non poteva essere indagato penalmente mentre era in carica. 

Gli avvocati di Vance hanno esortato il giudice distrettuale americano Victor Marrero a respingere rapidamente le ulteriori argomentazioni di Trump secondo cui le citazioni in giudizio erano errate, affermando che le pretese infondate stavano minacciando le indagini.

“Ogni giorno che passa è un altro giorno in cui il querelante raggiunge effettivamente l’immunità assoluta temporanea “che è stata respinta da questa Corte, la Corte di appello e la Corte suprema”, hanno affermato gli avvocati di Vance.

Marrero ha programmato che gli argomenti vengano interamente presentati entro la metà di agosto.

Vance ha cercato in parte i documenti fiscali per sondare il modo in cui Cohen ha organizzato durante la corsa presidenziale del 2016 per impedire all’attrice porno Stormy Daniels e alla modella Karen McDougal di trasmettere dichiarazioni di relazioni extraconiugali con Trump. Ovviamente Trump ha negato gli affari.

Cohen sta scontando gli ultimi due anni di una pena detentiva di tre anni in isolamento, dopo essersi dichiarato colpevole di violazioni del finanziamento della campagna, mentendo al Congresso e ai reati fiscali. Ha detto che intende pubblicare un libro critico nei confronti del presidente prima delle elezioni di novembre.

Se il tribunale ordina alla ditta di contabilità di Trump di consegnare le dichiarazioni dei redditi alla giuria, potrebbero essere utilizzate in qualsiasi indagine penale, ma non sarebbero rilasciate pubblicamente. I documenti della giuria sono segreti a New York.


close







close






4,104FansLike
1,167FollowersFollow
- Advertisment -

I Più Letti

L’Artista Roberto Mendicino presente alla VII edizione di “Geni Comuni”

0
Ritorna come ogni anno nel mese di settembre “GENI COMUNI – pittura, scultura, fotografia, videoarte”. Questa settima edizione si rinnova e cambia format. La...

editoriale

Il lato oscuro del monitoraggio digitale in un’app anti coronavirus

0
In Corea del Sud hanno tenuto sotto controllo la curva delle infezioni da coronavirus senza chiudere locali pubblici e scuole, senza imporre drastiche restrizioni...