Joe Biden: “Trump ha fallito sul virus, all’estero con Putin”

1

Joe Biden ha preso una mossa aggressiva martedì sull’idoneità del Presidente Donald Trump per l’Ufficio Ovale, suggerendo di aver rinunciato al suo dovere di proteggere le truppe statunitensi che affrontano nemici russi all’estero e cittadini americani che affrontano una pandemia e una calamità economica in patria.

Biden, il probabile candidato presidenziale democratico, ha detto ai giornalisti che Trump ha “molto su cui rispondere” per quanto riguarda i rapporti di notizie che gli è stato informato già nel marzo 2019 dell’intelligence che ha suggerito alla Russia di offrire doni ai talebani per la morte degli americani.

E, in osservazioni preparate, Biden ha accusato Trump di “sventolare la bandiera bianca” mentre i casi di coronavirus si innalzano a livello nazionale e il bilancio delle vittime supera i 125.000.

L’uno-due riflette il nucleo della candidatura di Biden, che ha basato sull’argomento che Trump è moralmente e temporalmente inadatto a guidare la nazione. Martedì ha cercato di nuovo di mettere in netto contrasto con la sua esperienza e il suo stile di ex vicepresidente e senatore di lunga data.

Biden ha smesso di dire che Trump aveva violato il suo giuramento o che avrebbe dovuto affrontare le conseguenze del Congresso basate su qualsiasi inazione su potenziali doni russi. 

Ma lo ha definito “un’assoluta abbandono del dovere se qualcosa di tutto ciò è anche lontanamente vero”, e, in quel caso, ha aggiunto, “il pubblico dovrebbe, estraneo alla mia corsa, concludere che quest’uomo non è adatto per essere presidente del Stati Uniti d’America.”

Almeno uno dei briefing giornalieri di intelligence di Trump includeva prove di doni russi. Trump ha insistito sul fatto che non è mai stato informato su tali dettagli perché non erano credibili.

Biden ha detto martedì che non ha avuto un briefing riservato sul materiale o sulla sua gestione da parte di Trump, ma ha detto che potrebbe richiederne uno presto. I nominati dei principali partiti ricevono briefing giornalieri di intelligence, ma Biden non è ancora il candidato ufficiale e ha notato che non ha più accesso alle stesse informazioni classificate che potrebbe regolarmente rivedere durante i suoi due termini come vice presidente.

Biden nel corso della campagna ha martellato Trump per “essersi avvicinato” al presidente russo Vladimir Putin e ad altri autocrati, e Biden ha avvertito di recente che l’obiettivo a lungo termine di Putin è destabilizzare le alleanze NATO e occidentali che sono state istituite dalla seconda guerra mondiale .

Biden ha affermato che Trump avrebbe dovuto convocare la sua squadra di sicurezza militare e nazionale per riconciliare eventuali discrepanze di intelligence nei rapporti sulla generosità russa. “Avrebbe dovuto, almeno, alzare il telefono e dire: ‘Vladimir, vecchio amico, se una cosa del genere è vera … hai un grosso problema”, ha detto Biden.

Il 77enne Biden ha anche usato le spiegazioni di Trump – che non era a conoscenza di tali rapporti di intelligence – per ribaltare la tavola sulla frequente derisione del presidente sull’acutezza mentale di Biden. 

Biden ha dichiarato che Trump, 74 anni, “non sembra essere cognitivo”, e ha abbracciato la possibilità di dibattiti elettorali generali. “Non vedo l’ora di confrontare le mie capacità cognitive con le capacità cognitive dell’uomo contro cui sto correndo”, ha detto Biden.

Sul coronavirus, Biden agitava Trump per non aver sfruttato il potere del governo federale.

“Si è definito presidente di guerra. Quello che è successo? Ora è quasi luglio, e sembra che il nostro presidente in guerra si sia arreso, abbia sventolato la bandiera bianca e lasciato il campo di battaglia.”

Biden ha detto che avrebbe implementato un sistema nazionale di test per il virus e di tracciare il percorso di esposizione di coloro a cui è stata diagnosticata. Ha detto che è necessario per ripristinare la fiducia di cui imprese, lavoratori e consumatori devono far ripartire l’economia. 

Biden ha aggiunto che l’uso diffuso di maschere e pratiche di distanziamento sociale deve diventare un normale protocollo per il “futuro prevedibile”, e ha avvertito che COVID-19 “probabilmente peggiorerà” durante la prossima stagione influenzale.

“Non possiamo continuare a recuperare metà, a peggiorare la metà”, ha detto Biden. “Non possiamo continuare metà con un piano e metà sperando solo nel meglio. Non possiamo sconfiggere questo virus con un approccio frammentario. “

Ha scelto Trump come voler essere una “cheerleader” nazionale senza sostenerlo con dure verità e azione. “Abbiamo bisogno di un presidente, signor Presidente”, ha detto Biden.

La campagna di rielezione di Trump ha contrastato il fatto che il presidente è stato in prima linea nella risposta del coronavirus della nazione.

Mentre “Joe Biden ha trascorso gli ultimi 5 mesi nel tentativo di elaborare un piano, il Presidente ha guidato uno che ha rallentato la diffusione, ci ha resi leader mondiali nei test e ha riaperto la nostra economia”, ha affermato Ali Pardo, vicedirettore delle comunicazioni in una dichiarazione.

L’ex vicepresidente ha affermato che una delle sue prime azioni da presidente, se vince, sarebbe quella di chiedere al dottor Anthony Fauci, il principale esperto di malattie infettive del governo federale, di continuare a prestare servizio. 

Trump ha spesso contraddetto le linee guida di Fauci sul coronavirus. Fauci ha avvertito martedì durante un’audizione al Senato che non sarebbe sorpreso se il numero giornaliero di nuovi casi raggiungesse i 100.000 senza ulteriori interventi.

Biden ha pronunciato le sue osservazioni a pochi chilometri dalla sua residenza, dove ha trascorso gran parte della sua campagna elettorale dall’inizio di marzo. 

Fu allora che i governatori e i sindaci di tutto il paese iniziarono per la prima volta a emettere ordini di domicilio e linee guida sul distanziamento sociale per prevenire la diffusione della pandemia.

Per la prima volta, Biden ha pesato martedì sulla spinta diffusa di abbattere monumenti e onorificenze per gli americani morti da lungo tempo che avevano una visione suprematista bianca. 

Ha tracciato un contrasto tra le figure della guerra civile confederata e quelle che hanno contribuito a fondare la nazione, anche se possedevano schiavi.

“L’idea di confrontare se George Washington possedesse o meno schiavi o Thomas Jefferson possedesse schiavi e qualcuno che era in ribellione, commettendo tradimento, cercando di abbattere un sindacato per mantenere la schiavitù – penso che ci sia una distinzione lì”, ha detto Biden.

Ha detto che le statue di Washington e Jefferson dovrebbero essere protette, nonostante il fatto che “potrebbero avere cose nel loro passato che sono ora, e quindi, di cattivo gusto”.

close