adv-862
<< ESTERI

Trump licenzia Michael Atkinson, l’ispettore che gestì la denuncia in Ucraina

| 5 Aprile 2020 | ESTERI

Il presidente Donald Trump ha improvvisamente licenziato l’ispettore generale della comunità dell’intelligence, Michael Atkinson, mettendo da parte un ‘cane da guardia’ indipendente che ha svolto un ruolo fondamentale nel suo impeachment mentre la sua Casa Bianca lotta con l’approfondimento della pandemia di coronavirus.

Trump ha informato venerdì i comitati di intelligence del Senato e della Camera della sua decisione di licenziare Michael Atkinson. Atkinson ha gestito l’anonima denuncia degli informatori che ha scatenato l’impeachment di Trump l’anno scorso.

La sua rimozione fa parte di una più ampia trasformazione della comunità dell’intelligence sotto il potere Trump, che ha sempre visto i professionisti dell’intelligence con scetticismo.

I democratici hanno reagito rapidamente, dicendo che il fuoco avrebbe avuto un “effetto agghiacciante” ed era “inconcepibile” durante una pandemia. E un repubblicano del Senato ha affermato che l’amministrazione deve fornire maggiori informazioni sul perché Atkinson è stato licenziato.

Trump ha difeso le sue azioni sabato in risposta a una domanda durante un briefing alla Casa Bianca sull’epidemia di coronavirus. Ha detto che Atkinson “ha preso questo rapporto informativo terribile e inesatto e lo ha portato al Congresso”.

“E oltre a ciò”, ha detto, “i democratici disonesti hanno messo sotto accusa un presidente degli Stati Uniti. Quell’uomo è una vergogna” ha affermato Trump.

Nella lettera del Congresso, Trump ha affermato che è “vitale” riporre la fiducia nei nominati che fungono da ispettori generali, ma “non è più il caso di questo ispettore generale”.

Non ha elaborato, se non per dire che “è estremamente importante promuovere l’economia, l’efficienza e l’efficacia dei programmi e delle attività federali” e che gli ispettori generali sono fondamentali per tali obiettivi.

Il capo del consiglio che rappresenta gli ispettori generali in tutto il governo ha dichiarato che Atkinson era noto per la sua “integrità, professionalità e impegno per lo stato di diritto e la supervisione indipendente”, un suggerimento implicito che la critica di Trump deriva da un senso di perdita di lealtà da parte di un funzionario che dovrebbe essere indipendente.

Trump ha dichiarato nella lettera al Senato che Atkinson sarebbe stato rimosso dalla sua carica tra 30 giorni, il tempo necessario che doveva attendere dopo aver informato il Congresso. Ha scritto che nominerà un nuovo ispettore generale “che ha la mia piena fiducia” in un secondo momento.

Secondo due funzionari del Congresso, Atkinson è stato messo in congedo amministrativo, il che significa che non durerà 30 giorni. Uno dei funzionari ha detto che Atkinson è stato informato della sua rimozione solo venerdì sera. I funzionari hanno parlato a condizione di anonimato perché il congedo amministrativo di Atkinson non è stato annunciato.

Atkinson è stato il primo a informare il Congresso sull’anonima denuncia degli informatori dell’anno scorso che descriveva la pressione di Trump sull’Ucraina per indagare sul democratico Joe Biden e suo figlio. Tale denuncia ha provocato un’indagine della Camera che alla fine ha portato all’impeachment di Trump.

Atkinson ha informato i legislatori dell’esistenza della denuncia a settembre, affermando di ritenere che la denuncia fosse “urgente” e “credibile”. Ma il direttore ad interim dell’intelligence nazionale all’epoca, Joseph Maguire, dichiarò di non credere che soddisfacesse la definizione di “urgente” e cercò di negarlo al Congresso.

La denuncia fu infine rilasciata dopo una tempesta di fuoco e rivelò che Trump aveva chiesto al presidente ucraino Volodymyr Zelenskiy in una chiamata di luglio di indagare sui Biden. L’Assemblea ha avviato un’indagine a settembre e tre mesi dopo ha votato per l’impeachment di Trump. Il Senato a guida repubblicana ha assolto Trump a febbraio.

Il licenziamento di Atkinson ripropone sotto i riflettori l’impeachment del presidente mentre la sua amministrazione si occupa della diffusione mortale del coronavirus. Mentre Trump stava rimuovendo Atkinson, il numero di morti negli Stati Uniti a causa del virus ha superato i 7000.

Il massimo democratico nel pannello dell’intelligence del Senato, il senatore della Virginia Mark Warner, ha dichiarato che è “inconcepibile” che Trump ha potuto licenziare Atkinson nel bel mezzo della pandemia di coronavirus.

“Dovremmo essere tutti profondamente turbati dai continui tentativi di politicizzare le agenzie di intelligence della nazione”, ha dichiarato Warner.

Il presidente della commissione per i servizi segreti della Camera, Adam Schiff, che ha guidato l’indagine sull’impeachment della Camera, ha dichiarato che “la decisione del presidente in piena notte mette a rischio ancora maggiore il nostro paese e la sicurezza nazionale”.

La portavoce Nancy Pelosi, ha dichiarato che il fuoco “minaccia di avere un effetto agghiacciante contro tutti coloro che vogliono dire la verità al potere”. E il leader democratico del Senato Chuck Schumer, ha dichiarato che Trump “licenzia la gente per aver detto la verità”.

Il senatore Chuck Grassley, presidente repubblicano del comitato finanziario, ha dichiarato che gli ispettori generali “aiutano a drenare la palude”, una frase spesso usata da Trump.

“Il Congresso è stato chiarissimo che devono essere fornite ragioni scritte quando gli IG vengono rimossi per mancanza di fiducia”, ha detto Grassley. “Ulteriori dettagli sono necessari dall’amministrazione.”

Il presidente del Comitato di intelligence del Senato Richard Burr, ha dichiarato che Atkinson “ha cambiato l’ufficio dell’ICIG” e ha elogiato la sua professionalità e capacità di risposta.

“Come ogni nominato politico, l’ispettore generale serve per ordine dell’esecutivo”, ha detto Burr. “Tuttavia, per essere efficace, l’IG deve poter svolgere il proprio lavoro indipendentemente dalla pressione interna o esterna.”

Michael Horowitz, presidente del Consiglio degli ispettori generali su integrità ed efficienza e ispettore generale presso il Dipartimento di giustizia, apprezzato dai legislatori di entrambe le parti, ha difeso la gestione del caso ucraino da parte di Atkinson.

“La comunità generale degli ispettori continuerà a svolgere un controllo aggressivo e indipendente delle agenzie che supervisioniamo”, ha dichiarato Horowitz in una nota.

Horowitz ha affermato che include la supervisione della legge da 2 trilioni di dollari firmata la scorsa settimana per aiutare a combattere la pandemia di coronavirus e dare impulso all’economia. Trump ha già tentato di limitare parte della supervisione istituita dal Congresso per controllare quei soldi.

Tom Monheim, un professionista dell’intelligence di carriera, diventerà ispettore generale della comunità dell’intelligence, secondo un funzionario dell’intelligence che non era autorizzato a discutere i cambiamenti del personale e ha parlato solo a condizione di anonimato. Monheim è attualmente consigliere generale della National Geospatial-Intelligence Agency.

La comunità dell’intelligence è stata in subbuglio a causa del costante turnover. Atkinson è almeno il settimo funzionario dell’intelligence ad essere licenziato, estromesso e spostato dalla scorsa estate. Maguire, ex direttore della recitazione dell’intelligence nazionale, fu anche rimosso da Trump e sostituito da un lealista di Trump, Richard Grenell.

L’ufficio del direttore dell’intelligence nazionale, che è stato creato per migliorare il coordinamento delle 17 agenzie di intelligence della nazione dopo l’11 settembre, è stato sconvolto da quando l’ex direttore Dan Coats, che aveva una relazione intensa con Trump, ha annunciato a luglio 2019 che si stava dimettendo.

Trump ha nominato il rappresentante John Ratcliffe, in sostituzione di Coats, ma la sua selezione ha suscitato aspre critiche da parte dei democratici e una risposta tiepida da parte di alcuni repubblicani a causa della sua mancanza di esperienza.

Trump ha ritirato il nome di Ratcliffe dalla considerazione poco dopo essere stato nominato, ma poi lo ha nuovamente nominato a febbraio. Il Senato deve ancora passare alla nomina.

Ai sensi del Federal Vacancies Reform Act, Grenell poteva prestare servizio solo fino all’11 marzo, a meno che il presidente non nominasse ufficialmente qualcun altro per il lavoro. Quindi selezionando nuovamente Ratcliffe, Grenell può rimanere per un massimo di 210 giorni mentre Ratcliffe si fa strada attraverso il processo di conferma del Senato e per altri 210 giorni se i senatori rifiutano la nomina di Ratcliffe.

TAG: Casa Bianca, coronavirus, impeachment, intelligence, Presidente Donald Trump
adv-701
Articoli Correlati