Gli aiuti russi all’Italia lasciano scoperti i paesi dell’UE

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov: L'Italia ha davvero bisogno"

358
Dalla Russia con Amore

I piani militari russi di aiuti all’Italia per combattere la diffusione del coronavirus hanno messo in luce l’incapacità dell’Unione europea di fornire un rapido aiuto a un membro in crisi e hanno consegnato al presidente Vladimir Putin una sorta di ‘colpo di stato in patria e all’estero’.

L’Italia è stata grata per le unità di decontaminazione russe e il personale medico dell’esercito inviato negli ultimi quattro giorni, contrastandola con una risposta frammentaria da parte degli stati dell’UE.

Ma alti diplomatici e funzionari dell’UE e della NATO vedono l’assistenza più come una mossa geopolitica che afferma il potere russo. “Gli italiani hanno fatto una richiesta generale di assistenza e i russi stanno inviando medici militari e attrezzature su aerei militari”, ha detto un alto diplomatico dell’UE.

“Questo invia un segnale”

Le importazioni russe di gas aiutano ad alimentare le centrali elettriche italiane e Roma ha da tempo chiesto un allentamento delle sanzioni dell’UE imposte a Mosca sull’annessione della Crimea da parte della Russia nel 2014. Le sanzioni sono state ripetutamente rinnovate mentre Mosca sosteneva i separatisti altrove in Ucraina.

Roma nega che l’aiuto segnali una fusione di interessi geopolitici. “Non ci sono nuovi scenari geopolitici da rintracciare, c’è un paese che ha bisogno di aiuto e altri paesi che ci stanno aiutando”, ha detto il ministro degli Esteri Luigi Di Maio. “Non è una questione di guerra fredda, è una questione di realtà, o realpolitik, chiamatela come vi pare.”

‘Dalla Russia con Amore’

La Russia ha effettuato almeno 15 voli verso l’Italia utilizzando aerei da trasporto militari con unità di disinfezione a camion. Otto brigate mediche e altri 100 membri del personale comprendono alcune delle sue truppe di protezione nucleare, biologica e chimica più avanzate.

“La Francia ci ha dato 2 milioni di maschere, la Germania ci ha inviato alcune dozzine di ventilatori. Il Primo Ministro Guiseppe Conte ha richiesto e ottenuto dalla Russia alcuni aerei che hanno portato 180 medici, infermieri, ventilatori e maschere”, ha riferito alla RAI domenica il commissario governativo italiano per l’emergenza coronavirus, Domenico Arcuri.

Il governo russo e la sua delegazione alla NATO hanno pubblicato numerosi video di camion diretti a Bergamo, epicentro della crisi del coronavirus in Italia, sui loro account Twitter, mentre i media statali russi hanno mostrato che il ministro degli esteri italiano ha dato il benvenuto personalmente al primo aereo russo.

Con l’etichetta “Dalla Russia con amore”, aerei e camion portavano adesivi giganti che mostravano bandiere russe e italiane a forma di cuore una accanto all’altra.

Al contrario, i velivoli NATO di urgenti forniture mediche agli alleati europei non hanno attirato la stessa attenzione. L’Unione europea ha dovuto affrontare ritardi nell’ottenere maschere e altri dispositivi di protezione mentre i governi dell’UE hanno chiuso i confini tra loro.

I militari della NATO sono pazienti malati volanti attivi negli ospedali, che forniscono letti e rimpatriano cittadini, sebbene la NATO non abbia dispiegato le proprie unità di protezione biologica. “Questa è una grande storia di successo per Putin. Penso che gli italiani siano caduti in una trappola”, ha affermato un alto diplomatico della NATO, sebbene abbia notato che l’Italia stava ricevendo più sostegno direttamente dall’alleanza. La Spagna ha anche richiesto l’aiuto diretto della NATO.

Alexander Baunov, un membro anziano del Carnegie Center di Mosca, ha notato che anche la Cina e Cuba stavano inviando aiuti medici in Italia. “Per i paesi che vorrebbero vedere l’ordine mondiale esistente rivisto a loro favore, la pandemia è un’opportunità”, ha detto.

Rilievo delle sanzioni

L’UE e la NATO hanno da tempo accusato il Cremlino di usare un mix di soft power, azione segreta e hacker informatici per cercare di destabilizzare l’Occidente sfruttando le divisioni nella società.

La scorsa settimana, un documento interno dell’UE visto ha accusato i media russi di aver dispiegato una “significativa campagna di disinformazione” contro l’Occidente per peggiorare l’impatto del coronavirus. Mosca ha negato tale piano.

Pur non menzionando la Russia per nome, il capo della politica estera europea Josep Borrell ha dichiarato nel suo blog questa settimana che l’UE doveva essere più consapevole di “una lotta per l’influenza attraverso la filatura e la politica della generosità”.

La Russia è soggetta alle sanzioni dell’Unione europea per i suoi settori bancari, finanziari ed energetici e tutti e 27 i governi devono concordare di rinnovarli ogni sei mesi.

Quando è stato chiesto se la Russia si aspettasse che l’Italia restituisse il favore cercando di far revocare le sanzioni dell’UE, il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha descritto l’assurdità. “Non stiamo parlando di condizioni, calcoli o speranze qui”, ha detto lunedì. “L’Italia ha davvero bisogno di un aiuto molto più ampio e ciò che la Russia fa è gestibile”.