EUROPEE: RN possibile alleanza con Lega-M5S

Jordan Bardella, capolista di Rassemblemet National, punta alle europee.

327

Alla lunga tutti i nodi vengono al pettine, e la questione francese è arrivata ad un epilogo al quanto imbarazzante quanto preoccupante. Tanto è vero che persino alcune fazioni interne alla Francia, incominciano ad alzare la voce: “È assolutamente inaccettabile che la Francia continui a proteggere persone che hanno le mani insanguinate”, infatti a bacchettare il presidente francese Macron è il 23enne Jordan Bardella, capolista di origine italiana del partito francese del Rassemblement National alle elezioni europee. Bardella afferma che la Francia, in questi ultimi anni, è stata duramente attaccata dal terrorismo e che “il paese non deve essere rifugio di chi ha ucciso esseri innocenti”. 

Che l’ingerenza della Francia è stata assolutamente drammatica per il continente africano, è un dato di fatto ma taciuto da tutti nonostante il colonialismo francese. Ma Bardella ci tiene a sottolineare che: “Nel 2017, Marine Le Pen esortava ad applicare ai nostri partner africani il principio di non ingerenza. Alla base del nostro progetto internazionale si trova una vera politica di co-sviluppo con i paesi africani, con priorità sulle questioni d’istruzione e sicurezza, nello stretto rispetto della sovranità degli Stati”.

E qui si apre uno scenario prettamente politico di cui Bardella vorrebbe farne parte; infatti il capolista di RN, vede nell’alleanza Lega-M5S una possibile forza europeista che possa prendere le redini e il controllo di tutta l’Europa. Una suggestiva esperienza, per Bardella, che gli permetterebbe di rapportarsi nel’UE da parlamentare. 

Bardella sostiene inoltre che la destabilizzazione della Libia è iniziata con l’intervento militare del 2012 avviato dall’allora presidente francese Nicolas Sarkozy, successivamente con il sostegno di Francois Hollande e facendo riferimento anche alle nuove accuse di Matteo Salvini alla Francia, dichiara come la Francia sia diventato il crocevia delle milizie islamiste e delle mafie dei trafficanti. 

A quanto pare il 23enne capilista di RN, ha capito con chi si deve alleare se vuole entrare nel Parlamento Europeo. Tant’è che queste dichiarazioni hanno il sapore di una linea già preannunciata sulla campagna elettorale delle prossime europee; resta da capire quanto possa essere fattibile una alleanza a tre, Lega-M5S-RN, visto che il M5S da alcune settimane strizza l’occhio ai ‘Gilet Gialli’ che, sostanzialmente, sono ben lontani dal pensiero di “respingere lo straniero”. Ma Jordan Bardella, capolista del Rassemblement National alle elezioni europee, si dice ottimista concordando anche sulla linea ferroviaria TAV Torino-Lione di cui è molto favorevole anche dei nuovi studi lanciati in Italia in seguito al contratto di governo.