fbpx
adv-940
<< ATTUALITÀ

Governo Macron, si dimette anche il ministro degli Interni

| 2 Ottobre 2018 | ATTUALITÀ

Il governo Macron perde un altro pezzo, e stavolta è un pezzo da novanta: il ministro degli Interni Gérard Collomb. Dopo le traumatiche fuoriuscite dei titolari del dicastero dell’Ambiente, Nicolas Hulot, e di quello dello Sport, la campionessa di scherma Laura Fessel, cade forse la pedina più eccellente di Macron, il fedelissimo Collomb.

Macron non l’ha presa per niente bene e ha respinto le dimissioni, “per meglio rinnovare il suo sostegno” all’inquilino della Place Beauvau. Ma al di là del teatrino politico, la sensazione profomda è che “rien ne va plus” soprattutto dal punto di vista della comunicazione dell’Eliseo.

Due settimane fa, Collomb aveva annunciato le sue dimissioni dopo le Elezioni Europee,  per preparare per tempo la sua discesa in campo come candidato sindaco di Lione alle Municipali del 2020.

adv-965

Un annuncio senza dubbio destabilizzante: il primo “flic” di Francia tira i remi in barca in un contesto difficile di minaccia terroristica sempre presente, periferie destabilizzate e violenza metropolitana in agguato?

Oltre che di un inevitabile raffreddamento dei rapporti con l’Eliseo in seguito all’affaire Benalla, le dimissioni di Collomb parlano della grave crisi di fiducia all’interno della compagine governativa di Macron, che passa di rimpasto in rimpasto in parallelo a sondaggi sempre più penalizzanti per l’inquilino dell’Eliseo.

Macron può “inchiodare alla sedia” Collomb? Ne ha facoltà. Ma il problema ovviamente resta, e al Presidente non resta che cominciare a cercare un sostituto. Sperando di convincerlo a restare.

TAG: #Collomb, #Eliseo, #Fessel, #Hulot, Francia, Macron
adv-680
Articoli Correlati