adv-343
<< CRONACA

Continua il genocidio all’informazione: uccisi altri due giornalisti messicani

L'UN-DH ha esortato le autorità a indagare
| 28 Luglio 2021 | CRONACA

L’Ufficio in Messico dell’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani (UN-DH) ha condannato questo martedì gli omicidi dei giornalisti messicani Ricardo Lòpez Domínguez, nello stato settentrionale di Sonora, e Abraham Mendoza, nello stato occidentale di Michoacán.

“L’UN-DH esprime la sua preoccupazione per la continuità della violenza contro i giornalisti in Messico e il suo impatto su coloro che esercitano la libertà di espressione e per il diritto di tutta la società di accedere alle informazioni”, ha affermato l’organizzazione in una nota.

Riccardo López Domínguez è stato ucciso il 22 luglio in un parcheggio nel comune di Guaymas, proprio il giorno in cui compiva 47 anni. È stato proprietario e direttore del portale InfoGuaymas e ha anche lavorato come corrispondente per Televisa a Sonora. Lo scorso marzo, ha riferito di aver ricevuto minacce dopo la scomparsa di Pablo Romero Chávez, un altro addetto stampa di quel comune.

adv-206

Abraham Mendoza, da parte sua, è stato ucciso a colpi di arma da fuoco il 19 luglio dopo aver lasciato una palestra nella città di Morelia. Mendoza ha lavorato in diversi media locali e dal 2013 è stato il principale presentatore della rivista Informative VocesRadio. È stato anche conduttore radiofonico per la stazione EXA Morelia.

L’UN-DH ha esortato le autorità competenti a indagare “prontamente ed esaurientemente” su entrambi i casi e sul possibile collegamento degli omicidi con il loro lavoro giornalistico. Inoltre, le indagini devono chiarire i fatti nella loro interezza, determinare gli autori materiali e intellettuali e “secondo i più alti standard di due diligence”.

“L’UN-DH ribadisce la sua disponibilità a cooperare tecnicamente con le autorità corrispondenti ed esprime le sue condoglianze e solidarietà alla famiglia, ai colleghi e agli amici di Ricardo López Domínguez e Abraham Mendoza Mendoza“, conclude il comunicato.

Di recente, il ministero dell’Interno ha dichiarato che, secondo i dati del Meccanismo di protezione per i difensori dei diritti umani e i giornalisti, dal dicembre 2018 ad oggi sono stati assassinati 43 giornalisti. Secondo l’organizzazione Article 19, dal 2000 almeno 139 giornalisti sono stati assassinati in Messico per il loro lavoro di informazione.

TAG: Abraham Mendoza, giornalisti, Messico, Ricardo Lòpez Domínguez, uccisi
adv-196
Articoli Correlati