adv-477
<< CRONACA

Concertone 1° Maggio: Fedez imbarazza la Rai che si difende con la politica

| 3 Maggio 2021 | CRONACA

E’ una bolla che continua ad alleggiare sul nostro Paese senza mai esplodere, che interrottamente balza da un capo all’altro da ben 50 anni in vari settori. Quella bolla chiamata ‘Sistema’ che si è impossessata della mediocrità delle istituzioni e che nessuno intende dissolverla.

Il noto artista Fedez a quanto pare non le ha mandate a dire all’ente Rai, la quale nonostante il lavoro di comunicazione pubblico accende una discussione di velata censura nei confronti dell’artista.

”Ovviamente metto a disposizione la registrazione integrale della telefonata agli organi competenti della Rai laddove ci fosse la voglia di fare chiarezza su quanto accaduto. Anche se per ora vedo solo una gran corsa a discolparsi a prescindere da ciò che è successo”. Lo scrive Fedez in una storia su Instagram. In una storia precedente l’artista scriveva che ”Non basta dire ‘la Rai non vuole attuare una censura’. In una telefonata in cui la vice direttrice presenzia in una telefonata in cui in maniera lampante si vuole attuare una censura e io pongo una domanda semplice”.

adv-812

Ovviamente chi professa la libertà dopo aver sentito questo dibattito telefonico può solo tirare le proprie conclusioni, specialmente quando il dibattito trova un ‘Sistema’ pubblico tentare di censurare l’incensurabile; cioè meglio frenare un artista che incombere nelle conseguenze politiche.

Fedez mette ha nudo una lacuna assai nefasta nei confronti della Rai, in questo caso interpreta quanto possa essere così lesiva una tv di Stato tentare di soffocare la libertà di espressione e di parola. Tra l’altro il contesto di cui si fa riferimento, la festa del Primo Maggio, è il palco di tutti e tutti dovrebbero sentirsi liberi.

Certo che la vicenda ha dell’incredibile. La Rai commette un errore madornale e pone ai suoi utenti un quesito angusto quanto agnostico: quante di queste telefonate non sono pubbliche? Il ‘Sistema’ punta sempre a proteggere il proprio orticello questo si sà, ma quando la verità è sotto gli occhi di tutti si tenta sempre di mascherare persino la più palese evidenza.

Qui la Rai manca di professionalità e rispetto. Infatti Fedez è andato sul palco e quel monologo lo ha fatto come lo aveva preparato: “me ne assumo ogni responsabilità”, rivendicando la libertà di espressione di un artista sul palco. Chissà… forse Fedez ha tentato di scoppiare quella bolla chiama ‘Sistema’. Grande Fedez!

TAG: Fedez, libertà, Rai
adv-471
Articoli Correlati