fbpx
adv-959
<< ESTERI

Gli Stati Uniti emettono sanzioni per le violenze in Myanmar

| 24 Marzo 2021 | ESTERI

Gli Stati Uniti hanno dichiarato lunedì alla fine di aver imposto sanzioni a due individui e due entità legate all’esercito birmano e alla loro violenta repressione delle proteste a favore della democrazia. La mossa è arrivata quando l’Unione europea ha annunciato le proprie sanzioni contro 11 individui del Myanmar associati al colpo di stato militare del 1 febbraio e alla violenza correlata, molti dei quali sono stati sanzionati anche da Stati Uniti, Gran Bretagna e Canada, secondo il Dipartimento di Stato.

“Queste azioni dimostrano la condanna della comunità internazionale del regime (militare del Myanmar)”, ha detto in una dichiarazione il segretario di Stato Antony Blinken, mentre esorta i militari a liberare tutti coloro che sono stati ingiustamente detenuti e a fermare i suoi attacchi ai membri della società civile.

Le persone e le entità sanzionate lunedì dal Dipartimento del Tesoro sono Than Hlaing, che guida le forze di polizia del Myanmar, l’ufficiale militare Aung Soe e due divisioni di fanteria leggera dell’esercito del Myanmar. Nel frattempo, lunedì il ministro degli Esteri di Singapore in viaggio in Brunei ha dichiarato di condividere “profonda preoccupazione” per la situazione in Myanmar nei colloqui con la sua controparte.

adv-878

Inoltre, in viaggio per la Malesia e l’Indonesia, Vivian Balakrishnan sarebbe in missione per gettare le basi per un vertice speciale dell’ASEAN richiesto dal presidente indonesiano Joko “Jokowi” Widodo per discutere lo sconvolgimento in uno dei paesi membri. Il Brunei è attualmente presidente dell’Associazione dei 10 membri delle nazioni del sud-est asiatico.

Mentre si trovava in Brunei, Balakrishnan incontrò anche il sultano Hassanal Bolkiah. Durante i loro colloqui, Balakrishnan e il secondo ministro degli esteri del Brunei, Dato Erywan Pehin Yusof, “hanno convenuto che la situazione in corso in Myanmar è fonte di profonda preoccupazione” e hanno anche discusso del sostegno dell’ASEAN per “il ritorno del Myanmar sulla via della riconciliazione nazionale, della pace e della stabilità “, ha detto il ministero. Balakrishnan prevede di visitare la Malesia per due giorni da martedì e di tenere colloqui con il primo ministro Muhyiddin Yassin durante la sua visita.

TAG: Antony Blinken, Myanmar, sanzioni, USA, violenze
adv-535
Articoli Correlati