adv-500
<< CRONACA

Arrestato Hopewell Chin’ono, noto giornalista dello Zimbabwe

| 10 Gennaio 2021 | CRONACA

Venerdì la polizia dello Zimbabwe ha arrestato Hopewell Chin’ono per la terza volta in cinque mesi. L’ultimo arresto arriva dopo aver twittato che la polizia aveva picchiato a morte un bambino mentre applicava le regole di blocco del COVID-19 questa settimana. La polizia in seguito ha detto che le informazioni erano false.

Sabato, i suoi avvocati hanno discusso per la sua libertà, affermando che il suo arresto era illegale, ma il tribunale non ha potuto finire di ascoltare le argomentazioni e lo ha rinviato in custodia.

Il suo avvocato, Harrison Nkomo, ha detto che Chin’ono potrebbe essere stato esposto a persone che da allora erano risultate positive al COVID-19 durante una recente visita in Sud Africa – un motivo per cui gli dovrebbe essere permesso di rimanere a casa.

L’accusa, d’altra parte, ha sostenuto che la sua esposizione era un motivo per mandarlo in carcere di custodia cautelare “per tenere tutti al sicuro” fino a quando non si sottopone a una visita medica.

Il magistrato Lazini Ncube ha ordinato che Chin’ono sia trasportato in prigione separatamente dagli altri prigionieri e che dovrebbe essere tenuto in isolamento mentre la sua richiesta di libertà continua ad essere ascoltata lunedì.

Il magistrato ha detto che a Chin’ono dovrebbero essere fornite coperte e acqua calda, condizioni che non erano disponibili durante i suoi precedenti periodi in prigione, secondo i suoi avvocati.

Prima dell’ultimo arresto, Chin’ono era fuori su cauzione con l’accusa di incitamento alla violenza dopo aver espresso sostegno a una protesta antigovernativa a luglio, e anche per oltraggio alle accuse del tribunale per presunta corruzione all’interno dell’agenzia di procura nazionale.

Chin’ono è uno dei critici più eminenti dello Zimbabwe dell’amministrazione del presidente Emmerson Mnangagwa, accusandolo di corruzione e violazioni dei diritti umani. Il governo nega le accuse.

Prima di essere arrestato a luglio, Chin’ono aveva pubblicato una denuncia su Twitter in cui denunciava la corruzione che comportava l’acquisto di 60 milioni di dollari di dispositivi di protezione per gli operatori sanitari.

In seguito Mnangagwa ha licenziato il ministro della Salute, che è stato formalmente accusato di corruzione. Chin’ono ei suoi sostenitori dicono che è stato preso di mira per aver smascherato l’invasione del governo. Il governo e il partito al governo lo accusano di voler offuscare l’immagine di Mnangagwa.

TAG: arresto, giornalista, zimbabwe
adv-658
Articoli Correlati