adv-289
<< ESTERI

Putin firma un disegno di legge che concede l’immunità a vita agli ex presidenti

| 23 Dicembre 2020 | ESTERI

Il presidente Vladimir Putin ha firmato una legge che concede agli ex presidenti russi una maggiore immunità dall’accusa e consente loro di diventare senatori a vita nella camera alta del Parlamento una volta che lasciano il Cremlino.

La nuova legge segue le radicali riforme del sistema politico russo avviate quest’anno da Putin. Tra le altre cose, gli permette di candidarsi per altri due mandati di sei anni al Cremlino.

La legislazione faceva parte degli emendamenti costituzionali che sono stati approvati questa estate in una votazione nazionale che ha permesso a Putin di rimanere presidente fino al 2036. Altrimenti avrebbe dovuto dimettersi nel 2024.

adv-831

Le riforme sono in fase di analisi alla ricerca di indizi su ciò che Putin, 68 anni, potrebbe fare alla fine del suo attuale mandato, che è il suo secondo mandato consecutivo e il suo quarto complessivo.

Gli ex presidenti avevano già diritto all’immunità giudiziaria per crimini commessi mentre erano in carica, ma la nuova legge garantisce loro l’immunità permanente e afferma che non possono essere arrestati, perquisiti, interrogati o perseguiti.

La nuova legislazione rende anche più difficile revocare l’immunità di un ex presidente.

Tra le altre cose, il processo prevede che la Camera alta del Parlamento voti a stragrande maggioranza per revocarla sulla base delle accuse da parte della Camera bassa che il presidente abbia commesso tradimento o un altro grave crimine.

Le altre leggi firmate da Putin consentono ai presidenti di nominare fino a 30 senatori al Consiglio della Federazione, la Camera alta della Russia, e di unirsi al Consiglio essi stessi una volta che hanno lasciato l’incarico.

Ieri, la Duma di Stato della Camera bassa ha anche approvato una legislazione che rende riservate le informazioni sui dipendenti del sistema giudiziario russo, delle forze dell’ordine e degli organismi di regolamentazione e militari.

Il disegno di legge ora richiede la firma di Putin per diventare legge, un passo che è considerato una formalità.

Arriva un giorno dopo che il personaggio dell’opposizione Alexey Navalny ha detto di aver telefonato a un presunto agente di sicurezza e lo ha detto con l’inganno ad ammettere che il Servizio di sicurezza federale (FSB) ha tentato di ucciderlo ad agosto per avvelenamento.

Navalny ha detto di aver avuto accesso al numero di telefono dell’agente di sicurezza dai registri trapelati e dai registri di viaggio.

TAG: Cremlino, immunità, Vladimir Putin
adv-122
Articoli Correlati