venerdì, Settembre 25, 2020
Home ATTUALITÀ SALUTE Quando fai la valigia e la testa scoppia. Come affrontare l'ansia della...

Quando fai la valigia e la testa scoppia. Come affrontare l’ansia della partenza

-

Stai per partire e sei assalito da mille pensieri? Cosa succederà in vacanza? Come sarà la vita lì? Ho fatto male a prenotare, dovevo starmene a casa! Se questi e molti altri quesiti affollano la tua mente nei giorni immediatamente prima della vacanza, non preoccuparti. È solo ansia da partenza. Quest’anno abbiamo vissuto tutti dei mesi difficili, chi più chi meno. Le preoccupazioni ci possono stare, ma quando superano la soglia della tolleranza, allora dobbiamo preoccuparci.

Secondo una ricerca condotta da Found! un italiano su 2 è colpito da Stress pre vacanze (51%),  e la vivono peggio i maschi (54%) rispetto alle femmine (46%). Gli italiani arrivano alle vacanze stanchi (57%), ansiosi (46%) e depressi (10%). Le cause sono lo stress da lavoro (35%), la crisi economica (29%), l’incertezza per il futuro (24%), i ritardi nei documenti (11%), ma anche la paura di un attacco terroristico (7%).

Tutte queste motivazioni quest’anno potrebbero essere amplificate, a causa dello stress vissuto durante il lockdown. Ma proprio per questo abbiamo tutti bisogno di uno stop, un periodo di relax in cui provare a staccare la spina e ricaricarci per poi affrontare l’autunno.

Ma cosa fare se avvertiamo l’ansia salire, proprio al nostro ultimo giorno di lavoro, e precisamente al momento di fare le valigie?

Innanzitutto dobbiamo prendere coscienza del fatto che evidentemente siamo persone già ansiose e lo eravamo già prima. E in particolare i cambiamenti, le novità e tutto ciò che ci catapulta fuori dalla nostra Confort zone ci mettono davvero ansia, tanto da non riuscire più a gestirla.

Ma vogliamo davvero rovinarci le vacanze tanto attese e desiderate? Le uniche, tra l’altro? Non credo!

Vogliamo continuare a viverle con questa angoscia oppure provare a goderci questi giorni?

Ecco alcune piccole strategie che ti guideranno nella presa di consapevolezza del tuo problema.

1. Stai nel momento presente

Oggi viviamo tutti col pilota automatico inserito e abbiamo molta difficoltà a concentrarci nel momento e nell’attività che stiamo svolgendo.

Ricorda a te stesso che ORA non siamo ancora in vacanza, non siamo arrivati a destinazione, e non siamo neanche in coda in aereoporto oppure sul treno, in viaggio, su un vagone super affollato. Mentre prepari la valigia, metti una musica di rilassamento in sottofondo e concentrati sui piccoli gesti che fai mentre inserisci i tuoi indumenti all’interno. Le tecniche di mindfulness, cioè di concentrazione sul qui e ora, (ho già parlato della Mindfulness in precedenti articoli) potranno esserti d’aiuto. Prova a chiederti quanto sia utile preoccuparti in anticipo di qualcosa che non sappiamo se accadrà o se accadrà proprio in quel modo.

2. Sii realista

Non aspettarti vacanze in spiagge paradisiache  o in acque piene di fauna tropicale, se hai scelto mete più modeste. Libera la tua mente dalle aspettative e da ciò che vorresti accadesse. Lascia spazio a te stesso, ai tuoi reali bisogni e non a quelli imposti dalla società o dal gruppo di colleghi snob. Ognuno di noi è unico e caratterizzato perciò da valori particolari che accompagnano quotidianamente tutte le nostre scelte, comprese le vacanze. Lasciamo spazio alla fantasia, alle prove senza paure, e liberiamo la mente da giudizi ingombranti, che inquinano il nostro benessere.

3. Lascia andare il controllo

Sei uno di quelli che prima di partire localizza su Google Maps il luogo delle vacanze, con tutti i ristoranti nelle vicinanze? O addirittura gli ospedali, convinto che serviranno?

Se parti così,  ti rovinerai tutto il gusto della scoperta, del passeggiare nei vicoletti del paesino in cerca di profumi di pesce o ristorantini romantici in cui passare piacevoli serate. Affidati ai tuoi sensi, che spesso lasciamo assopiti per troppo tempo, sotto alle polveri della ragione e della praticità.

Ora non hai fretta, hai tutto il tempo di scegliere in quale spiaggia andare, o in quale locale fare due chiacchiere spensierate con amici. Lasciati guidare dalle tue preferenze del momento, senza programmare, se non i servizi necessari.

Spero che questi consigli ti siano stati utili..E allora non mi resta che augurarti buone vacanze!

4,104FansLike
1,171FollowersFollow
- Advertisment -

I Più Letti

Caso camici: pm, diffuso coinvolgimento di Fontana

0
C'è "il diffuso coinvolgimento di Fontana in ordine alla vicenda relativa alle mascherine e ai camici accompagnato dalla parimenti evidente volontà di evitare di...

editoriale

Il nuovo dramma delle donne migranti negli USA: la sterilizzazione

0
Secondo un rapporto riferito, dozzine di donne migranti detenute in un centro di detenzione negli Stati Uniti hanno subito un intervento chirurgico per rimuovere...