Manifestanti protestano davanti al Lincoln Memorial di Washington

229

Migliaia di manifestanti si sono riversati nella capitale della nazione e in altre grandi città sabato in un’altra enorme mobilitazione contro la brutalità della polizia mentre George Floyd è stato ricordato nella sua città natale nel Nord Carolina da persone in lutto che hanno aspettato ore per uno scorcio della sua bara d’oro.

Veicoli militari e ufficiali in affaticamento hanno chiuso gran parte del centro di Washington per il traffico in vista della marcia prevista, che secondo le autorità ha attirato circa 200.000 persone.

Grandi proteste hanno avuto luogo anche negli Stati Uniti e all’estero: Londra, Parigi, Berlino e Sydney, producendo collettivamente forse la più grande mobilitazione di un giorno dalla morte di Floyd dodici giorni fa per mano della polizia di Minneapolis.

A Filadelfia e Chicago, i manifestanti cantavano, portavano cartelli e occasionalmente si inginocchiavano in silenzio. Entrambe le proteste si sono svolte pacificamente nelle loro fasi iniziali.

In una giornata calda e umida a Washington, folle di manifestanti si sono radunate al Campidoglio, al National Mall e nei quartieri residenziali. Molti gruppi si sono diretti verso la Casa Bianca, dove si trovava il presidente Donald Trump.

La folla è scoppiata in un applauso mentre il sindaco Muriel Bowser camminava lungo la parte della 16th Street che ha ribattezzato Black Lives Matter Plaza.

Art Lindy, un washingtoniano di quinta generazione, ha gridato “Vice Presidente Bowser” mentre il sindaco passeggiava. Si riferiva alla sua risposta provocatoria alle provocazioni di Trump.

Bowser “ha fatto un lavoro incredibile in piedi di fronte al potere federale”, ha detto il direttore della costruzione di 56 anni.

Washington ha assistito a proteste quotidiane nell’ultima settimana – in gran parte pacifiche. La Casa Bianca è stata fortificata con nuove recinzioni e ulteriori precauzioni di sicurezza. Il debole suono dei manifestanti potrebbe essere ascoltato sabato dalla villa dei dirigenti. Trump non aveva eventi pubblici nel suo programma giornaliero.

Le proteste si estesero al suo campo da golf a Doral, in Florida, appena fuori Miami, dove si riunirono circa 100 manifestanti. La dimostrazione è stata organizzata da Latinos per Black Lives Matter.

A Raeford, nella Carolina del Nord, una piccola città vicino alla città natale di Faydeville di Floyd, una lunga fila di persone si è formata fuori da una chiesa battista a volontà libera, in attesa di entrare a piccoli gruppi. 

Nel corso di una cerimonia commemorativa privata nel corso della giornata, i partecipanti al lutto hanno cantato insieme a un coro. In mostra nella parte anteriore della cappella c’era una grande foto di Floyd e un suo ritratto ornato con ali e aureola di un angelo.

close