Il capo del team Ferrari Binotto minaccia di ritirare la Formula 1

180

Il capo del team Ferrari Mattia Binotto minaccia di ritirare la Scuderia nel dibattito sulla riduzione del limite del budget in Formula 1. L’attuale piano di fissare un tetto di 145 milioni di dollari l’anno prossimo e di ridurlo a 130 milioni entro il 2022 è un desiderio nuovo e stimolante.

“Questo non può essere raggiunto senza ulteriori e notevoli sacrifici. Avrebbe anche effetto sul nostro personale. Se il limite superiore viene ulteriormente ridotto, non vogliamo arrivare a un punto in cui dobbiamo prendere in considerazione altre opzioni per sviluppare il nostro DNA da corsa ” è quanto ha dichiarato Binotto.

In seguito la Ferrari ha tentato in un messaggio di disinnescare le dichiarazioni di Binotto. Non ha mai detto che la Ferrari lascerebbe la Formula 1, al contrario. “Ha detto che non volevamo essere messi in una posizione in cui dovevamo cercare altre opzioni oltre al sequel della Formula 1 per ottenere il nostro DNA da corsa”.

Le piccole squadre in particolare vogliono ridurre significativamente i 175 milioni di dollari precedentemente impostati per stagione per superare le sfide della crisi del coronavirus.

La Ferrari è consapevole che la Formula 1 e il mondo intero sono in tempi difficili a causa della pandemia. “Tuttavia, non è il momento di prendere decisioni affrettate”, ha detto Binotto. La Formula 1 è il massimo dello sport automobilistico e deve rimanere attraente per produttori e sponsor: “Se limitiamo eccessivamente le spese, corriamo il rischio di ridurre sensibilmente il livello”.

Binotto si oppose a un costo “lineare” e sostenne un modello a due livelli che consentiva una spesa maggiore per team come la Ferrari al servizio dei team dei clienti. Negli ultimi anni, la Scuderia aveva ripetutamente minacciato di ritirarsi dalla classe regina.