adv-53
<< EUROPA

Il funzionario scientifico dell’Unione europea si è dimesso

| 8 Aprile 2020 | EUROPA

Il capo della massima organizzazione scientifica dell’Unione europea si è dimesso al culmine della crisi del Coronavirus.

Mauro Ferrari era diventato presidente del Consiglio europeo della ricerca solo il 1° gennaio, ma il portavoce della Commissione europea Johannes Bahrke ha confermato che Ferrari si è dimesso.

La notizia è stata annunciata per la prima volta dal Financial Times. In una dichiarazione rilasciata sul giornale, Ferrari ha dichiarato di essere “estremamente deluso dalla risposta europea” alla pandemia. Si lamentava di incontrare ostacoli istituzionali e politici mentre cercava di istituire rapidamente un programma scientifico per combattere il virus.

“Ho visto abbastanza sia la governance della scienza, sia le operazioni politiche nell’Unione europea”, ha scritto nella dichiarazione al FT. “Ho perso la fiducia nel sistema stesso.”

Bahrke ha affermato di sperare che la Commissione “sarà in grado di condividere molto presto maggiori informazioni” sulle circostanze delle dimissioni, ma non ha elaborato ulteriormente.

Man mano che il Coronavirus si diffondeva dalla Cina all’Italia, all’Austria, alla Spagna e ad altre nazioni dell’UE, il blocco è stato criticato per non aver agito in modo abbastanza forte da creare una risposta coordinata anche se i problemi di salute sono ancora principalmente una responsabilità dello stato membro.

Nel corso dell’ultimo mese, in particolare, gli Stati membri hanno cercato di lavorare più vicini e i leader dell’UE si sono impegnati a migliorare il coordinamento per cercare di alleviare la sofferenza umana ed economica.

TAG: #Covid-19, commissione europea, Italia, UE
adv-136
Articoli Correlati