Boris Johnson: “Il Regno Unito ha tagliato il traguardo della Brexit”

161
La Camera dei Lord

Boris Johnson afferma che il Regno Unito ha “tagliato il traguardo della Brexit” dopo che il Parlamento ha approvato il suo accordo e ha aperto la strada per partire il 31 gennaio.

L’Unione europea (disegno di legge sull’accordo di recesso) ha risolto il suo ultimo ostacolo parlamentare ieri sera alla Camera dei Lord e ora sta per ricevere il consenso reale per diventare legge. I Lord avevano cercato di ottenere ulteriori diritti, anche per i minori rifugiati non accompagnati in un emendamento al disegno di legge, ma i parlamentari dei Comuni hanno ribaltato le richieste dei pari.

L’accordo di Johnson deve ancora essere ratificato dal Parlamento europeo entro la Brexit il 31, ma il Primo Ministro ha chiesto che il “rancore e la divisione” fossero lasciati indietro. Ha detto che il paese “si sposterà in avanti come un solo Regno Unito”, aggiungendo: “A volte sembrava che non avremmo mai tagliato il traguardo della Brexit, ma l’abbiamo fatto. Ora possiamo lasciarci alle spalle il rancore e la divisione degli ultimi tre anni e concentrarci sulla realizzazione di un futuro luminoso ed eccitante – con ospedali e scuole migliori, strade più sicure e opportunità diffuse in ogni angolo del nostro paese.”

L’approvazione formale del disegno di legge da parte della regina è prevista nei prossimi giorni, mentre il Parlamento europeo terrà il suo voto di consenso il 29 gennaio. I parlamentari hanno annullato cinque modifiche apportate alla legislazione dai Lord durante una fase di “ping-pong” in cui il conto si è spostato tra le due case fino a quando non è stato raggiunto un accordo.

I coetanei avevano sconfitto il governo nei confronti dei lavoratori dell’UE che avevano il diritto alla prova fisica del loro diritto a rimanere e al potere dei tribunali di discostarsi dalle sentenze della Corte di giustizia europea. Hanno anche lavorato per garantire che i diritti dei minori rifugiati non accompagnati fossero riuniti con le loro famiglie nel Regno Unito dopo la Brexit. Ma tutti e cinque gli emendamenti sono stati comodamente annullati dai deputati, con maggioranze che vanno da 86 a 103, prima che la Camera alta cedesse. L’accordo è stato in grado di far passare facilmente i Comuni dopo che Johnson si era assicurato una maggioranza di 80 nelle elezioni generali.