fbpx
adv-124
<< ESTERI

ONU: oltre 235.000 persone sono fuggite da Idlib in mezzo agli attacchi

| 28 Dicembre 2019 | ESTERI

Più di 235.000 persone sono fuggite dalla regione di Idlib nelle ultime due settimane, è il report delle Nazioni Unite stilato venerdì, tra il regime e gli attacchi russi all’ultimo grande bastione di opposizione della Siria.

Lo sfollamento di massa che tra il 12 e il 25 dicembre all’interno di Idlib ha lasciato “quasi vuota” la regione del Maaret Al Numan, afflitta dalla violenza.

Da metà dicembre, le forze del regime appoggiate dalla Russia hanno intensificato un assalto ai militanti nel sud di Idlib, nonostante un accordo di cessate il fuoco programmato in agosto e chiedendo una riduzione delle milizie di Turchia, Francia e Nazioni Unite.

adv-393

I maggiori attacchi aerei arrivarono mentre le forze del regime appoggiate dalla Russia avanzano sul terreno.

Dal 19 dicembre hanno sequestrato dozzine di città e villaggi dai militanti in mezzo a scontri che hanno ucciso centinaia di persone da entrambe le parti. Il bombardamento e gli scontri hanno amplificato lo sfollamento da Maaret Al Numan e dalla vicina città di Saraqeb nella regione meridionale di Idlib.

“La gente di Saraqab e le sue campagne orientali stanno ora fuggendo in previsione di un successivo combattimento diretto sulle loro comunità”, l’ONU in una nota. Idlib è dominato dall’ex affiliato di Al Qaeda, Hayat Tahrir Al Sham, il cui capo questa settimana ha sollecitato i militanti e ribelli alleati a dirigersi in prima linea e combattere “gli occupanti russi” e il regime.

Giovedì, il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha messo in guardia la Russia, la Siria e l’Iran dall’uccidere ii civili nella provincia siriana di Idlib e ha dichiarato che la Turchia si sta adoperando per fermare la “carneficina”.

“Russia, Siria e Iran stanno uccidendo, o stanno per uccidere, migliaia di civili innocenti (sic) nella provincia di Idlib. La Turchia sta lavorando duramente per fermare questa carneficina”, ha dichiarato Trump in un tweet. Il portavoce della presidenza turca Ibrahim Kalin ha dichiarato che la Russia lavorerà per fermare gli attacchi a Idlib dopo i colloqui con una delegazione turca a Mosca.

Trump ha cercato una stretta relazione con il presidente turco Tayyip Erdogan, anche dopo la recente incursione di Ankara contro gli alleati curdi americani in Siria e l’acquisto da parte della Turchia del sistema russo di difesa antimissile S-400.

TAG: civili, guerra, Onu, russia, sfollati, Siria, Turchia, USA
adv-284
Articoli Correlati