lunedì, Settembre 28, 2020
Home ESTERI Licenziamento di Trump: rilascio previsto del rapporto investigativo dei democratici

Licenziamento di Trump: rilascio previsto del rapporto investigativo dei democratici

-

Democratici del Congresso degli Stati Uniti martedì hanno riferito delle indagini sull’impeachment contro Donald Trump, un passo chiave nel processo che divide profondamente gli americani.

“Abbiamo un senso di urgenza”, ha detto Adam Schiff, un parlamentare democratico che ha guidato le indagini per due mesi per alimentare una possibile accusa, “impeachment” in inglese, del presidente degli Stati Uniti.

Prima in segreto a porte chiuse e poi davanti alle telecamere, una quindicina di testimoni hanno rivelato la pressione esercitata da Donald Trump sull’Ucraina per ottenere un’indagine su un rivale politico, Joe Biden e i democratici.

“Minaccia l’integrità delle prossime elezioni presidenziali degli Stati Uniti nel novembre 2020”, ha detto a MSNBC Schiff, leader del Comitato di intelligence della Camera, lunedì sera. E “abbiamo già prove schiaccianti che dimostrano i misfatti del presidente”, ha detto.

Maggioranze alla Camera, i democratici accusano apertamente il Presidente degli Stati Uniti di aver abusato dei suoi poteri in questa vicenda e di essere colpevole di “corruzione” esercitando pressioni su Kiev per il suo vantaggio personale, quindi di fare tutto per impedire Indagine congressuale e giustizia.

Durante la sua visita a Londra, Donald Trump ha dichiarato martedì che Adam Schiff era “un uomo completamente malato”. “E sta mentendo”, accusato durante una conferenza stampa il presidente americano che continua a denunciare una “mascherata”.

Improbabile indigenza 

Martedì i democratici non hanno detto se il loro rapporto includesse raccomandazioni di accuse specifiche contro Donald Trump o semplicemente affermasse i fatti.

In entrambi i casi, i membri della commissione per l’intelligence voteranno dalle 18:00 (23:00 GMT) per approvare la trasmissione di questo rapporto al comitato giudiziario, segnando una nuova pietra miliare in questa procedura esplosiva.

Anche dominato dai democratici, il comitato giudiziario dovrà stabilire se i fatti addotti contro Donald Trump rientrano nel quadro di uno dei possibili motivi di licenziamento citati nella Costituzione degli Stati Uniti: atti di “tradimento, corruzione o altri crimini e reati gravi “.

In tal caso, scriverà le accuse contro il sig. Trump, che saranno messe in votazione in Aula, forse prima di Natale. La commissione inizierà i suoi lavori mercoledì mattina con l’audizione di quattro specialisti in diritto costituzionale. Aveva invitato Donald Trump a “partecipare”, di persona o tramite i suoi avvocati o ponendo domande scritte ai testimoni.

Domenica sera la Casa Bianca ha risposto che non ci sarebbe stata, ma non ha escluso la possibilità di prendere parte alla continuazione, se la procedura diventasse “equa”. I democratici gli hanno dato fino a venerdì per decidere.

La prima udienza verrà utilizzata, insieme alla consulenza di esperti, per delineare “le basi costituzionali per accusare un presidente”, secondo i democratici.

Se questo quadro può sembrare meno favorevole alle testimonianze toccanti che a volte animavano la prima fase pubblica dell’indagine, i funzionari eletti repubblicani potevano combattere una spettacolare battaglia mediatica contro ciò che, come Donald Trump, percepiscono come uno “scherzo” montato dai democratici.

Nel loro rapporto di indagine, pubblicato lunedì sera, hanno chiarito il presidente: “Le prove presentate non dimostrano nessuna delle accuse dei democratici”.

Come i loro funzionari eletti, gli americani sono profondamente divisi dalla possibile incriminazione di Donald Trump, con il 49% che lo sostiene e il 44% che si oppone, secondo una media dei sondaggi stabiliti da RealClearPolitics.

Con la loro comoda maggioranza alla Camera, i democratici dovrebbero approvare senza difficoltà l ‘”impeachment” di Donald Trump, se l’accusa viene messa ai voti.

Il miliardario sarebbe quindi entrato nei libri di storia come accusato dal terzo presidente degli Stati Uniti.

Ma è improbabile che Donald Trump venga licenziato dal Senato. Incaricato di giudicare il presidente, la camera alta è effettivamente controllata da repubblicani che sono bloccati attorno al loro presidente.

4,103FansLike
1,170FollowersFollow
- Advertisment -

I Più Letti

Visco: “Con Recovery recuperare ritardi istruzione e ricerca”

0
"Ne va della credibilità di questo governo e di tutto il sistema Paese. Non possiamo fallire su questo progetto" di Recovery plan.Lo dice il...

editoriale

Il nuovo dramma delle donne migranti negli USA: la sterilizzazione

0
Secondo un rapporto riferito, dozzine di donne migranti detenute in un centro di detenzione negli Stati Uniti hanno subito un intervento chirurgico per rimuovere...