Hong Kong: Congresso Usa, stop a privilegi se Cina manda truppe

211

Gli Stati Uniti “dovrebbero togliere a a Hong Kong lo status commerciale di cui gode se Pechino manderà truppe a riportare l’ordine”. La raccomandazione e’ della US-Cina Economic and Security Review Commission che ha anche chiesto che le misure di controllo delle esportazioni statunitensi sulle aziende cinesi continentali siano estese alle loro filiali di Hong Kong.

La commissione, creata nell’ottobre 2000 al Congresso americano raccomanda che il parlamento americano modifichi “l’U.S.S.-Hong Kong Policy Act del 1992 per chiedere al Dipartimento di Stato americano di sviluppare una serie di specifiche misure di sostegno alla politica di sicurezza. Per misurare il mantenimento da parte di Hong Kong di un ‘alto grado di autonomia’ da Pechino.

Tali parametri di riferimento dovrebbero utilizzare misurazioni sia qualitative che quantitative per valutare lo stato di autonomia di Hong Kong nella relazione annuale del Dipartimento di Stato sulla legge sulla politica di Hong Kong.

Inoltre, il rapporto sostiene che “il Congresso promulghi una legislazione che stabilisce che tutte le disposizioni e la lo status speciale di Hong Kong incluso nell’U.S.-Hong Kong Policy Act del 1992 saranno sospesi nel caso in cui la Cina il governo dispieghi l’Esercito di Liberazione del Popolo o le Forze di polizia del Popolo per un intervento armato diretto a Hong Kong”.

In questi casi, poi, la Commissione suggerisce che il Congresso vari una legge “per estendere le misure di controllo attualmente in vigore per la Cina continentale a sub-sidiari di società cinesi stabilite o operanti a Hong”.