Terremoto in Albania, 60 feriti, crolli. Scosse anche in Puglia

100

Panico e paura in Albania, dove la terra ha tremato ripetutamente per un fortissimo terremoto, il più violento degli ultimi 30 anni, non lontano dalla capitale Tirana e a 1 km da Durazzo. Una scossa di magnitudo 5.8, con un epicentro a 34 chilometri dalla capitale e 10 chilometri di profondità, avvertita anche in Puglia che ha seminato il terrore.

La gente si è immediatamente riversata sulle strade mentre i primi bilanci parlano di decine di feriti e diverse abitazioni crollate. Secondo i primi dati 60 persone sono state ricoverate negli ospedali di Tirana e Durazzo, le due località dove il terremoto si è sentito in maniera maggiore.

Tra questi ci sarebbe una persona in condizioni gravi mentre per gli altri si tratterebbe solo di lesioni leggere in varie parti del corpo. “Molti sono rimasti feriti, mentre fuggivano dalle proprie case”, ha spiegato il ministro della Sanità Ogerta Manastirliu, annunciando che “tutte le strutture ospedaliere sono impegnate per fare fronte a qualsiasi situazione”.

Il rapporto del Centro Sismologico del Mediterraneo Europeo rivelano che il terremoto si è verificato nel Mare Adriatico, 2 km a sud-est di Durazzo con una magnitudine relativamente elevata di 4,9 sulla scala Richter.

Oltre 100 scosse di assestamento sono state avvertite nel paese dopo l’epicentro del terremoto delle 16:04 nel mare Adriatico vicino a Durazzo. I sismologi hanno affermato che le scosse di assestamento sono state estinte.