Confcommercio: nessuna crescita in febbraio, indicatori segnalano una debolezza economica

Il PIL presenta un quadro economico molto debole.

177

La situazione di permanente debolezza dei principali indicatori economici porta a stimare, a febbraio, una variazione congiunturale nulla del PIL mensile, dato che porterebbe ad una decrescita dello 0,1% rispetto allo stesso mese del 2018: lo evidenzia la Confcommercio nella congiuntura di febbraio in cui sottolinea anche che i consumi sono in calo. http://www.confcommercio.it

A gennaio 2019 l’indicatore dei Consumi Confcommercio (Icc) – si legge – ha segnalato una diminuzione dello 0,3% in termini congiunturali e un aumento dell’1,1% nel confronto con lo stesso mese del 2018. In termini di media mobile a tre mesi, dopo il recupero degli ultimi periodi l’indicatore è tornato stazionario. Nel mese di dicembre, spiega Confcommercio, la produzione industriale ha subito un ulteriore calo dello 0,8% su base mensile, al netto dei fattori stagionali, e del 5,4% su base annua. Nello stesso mese, l’occupazione non ha registrato variazioni di rilievo rispetto al mese precedente, mentre permane in moderata crescita nel confronto annuo (+0,1% su base mensile, +0,9% su base annua).

A gennaio la fiducia ha mostrato andamenti decrescenti tra le imprese e leggermente crescenti per i consumatori. Il clima di fiducia delle famiglie ha registrato un miglioramento dello 0,7% congiunturale, mentre il sentiment delle imprese, in linea con un quadro economico non favorevole, si è ridotto dello 0,5%. Anche la fiducia delle imprese al dettaglio è peggiorata (-2,1% su dicembre).