fbpx
adv-522
<< SPORT

Serie A: Tonfo casalingo dell’Inter. Il Napoli vola, vince anche il Milan

| 3 Ottobre 2022 | SPORT

Ottava giornata di Serie A che infiamma subito il weekend, negli anticipi di Sabato che vedono protagoniste il Milan campione in carica vittorioso a Empoli, il Napoli primo in classifica che supera il Torino per tre a uno con uno strepitoso Kravatskhelia e l’Inter, battuta in casa dalla Roma in rimonta , dopo l’illusorio vantaggio degli uomini di Inzaghi.

A Empoli, il Milan di Pioli, deve continuare la corsa al vertice e dopo un primo tempo conclusosi a reti bianche, la, squadra rossonera passa in vantaggio con Rebic al 79′ minuto di gioco. Empoli che ha, saputo reggere l’onda d’urto di un Milan, a tratti scialbo, ma consapevole di saper andare oltre le difficoltà. Sembra finita quando l’Empoli trova il pari al 92′ – in pieno recupero-con Bajrami. Ma non è così, il Castellani, si infiamma al 93′ con Ballo e al 96′ con Leao che portano il Milan sul tre a uno, risolvendo nel giro dei quattro minuti di recupero. Milan in corsa verso la vetta, Empoli seppur meritevole, distratto e stanco nel finale.

Al Maradona Stadium, il Napoli stende il Torino per tre a uno, in una gara intensa e con il partenopeo Kravatskhelia, uomo squadra che ha fatto dimenticare Lorenzo Insigne. Al 6′ minuto Anguissa porta i partenopei in vantaggio. Il Napoli pressa, crea gioco e al 12′ raddoppia sempre con Anguissa, bravo a percorrere 50 metri e a battere il portiere granata Milinkovic Savic. Al 37′ è Kravatskhelia a siglare il terzo goal – il quinto per il georgiano in serie a – per un Napoli che vuole chiudere subito la gara. Il Torino prova a riaprire la gara al 43′ con Sanabria, ma nella ripresa il Napoli riesce a  gestire la gara conquistano tre punti e la vetta.

adv-985

Disastro Inter a San Siro, dopo una gara dominata dall’Inter, la Roma porta tre punti a casa, entrando nuovamente nella corsa al Vertice. Al 30′ nerazzurri in vantaggio con Di Marco-riproposto sulla corsia esterna, dopo le convincenti prove in nazionale – che sfrutta un traversie di Barella. Al 39′ splendido goal e pareggio di Dybala per la Roma. Nella ripresa nerazzurri in cerca del vantaggio e Roma che cerca di colpire di rimessa. Al 75′ Smalling porta la Roma in vantaggio, beffando la squadra di Inzaghi nel quarto d’ora finale. Roma a quota 16 punti e Inter alla quarta sconfitta in otto gare di campionato,con una panchina quella di Inzaghi, che inizia a traballare.

Nelle sfide domenicali, la Lazio travolge lo Spezia all’Olimpico, con due reti per tempo. Al 12′ Lazio in vantaggio con Zaccagni, raddoppio al 24′ con Romagnoli e nella ripresa chiude il match Milinkovic Savic al 61′ e al 92′.

Nel giorno di Maria Sole Ferreri Caputo,arbitro donna, il Sassuolo asfalta la Salernitana per cinque reti a zero. Gara senza storia e Sassuolo ben orchestrato che passa subito in vantaggio con Lauriente al 12′. Raddoppio di Pinamonti su rigore al 39′, terzo goal di Thorsverdt al 53′. Chiudono la gara Harroui al 76′ e Antiste al 92′. Sassuolo che aggancia l’Inter al settimo posto, Salernitana da rivedere.

Seconda vittoria consecutiva per il Monza targato Palladino. Al Galileo Ferraris, i brianzoli, si impongono per tre reti a zero, conquistando tre preziosi punti contro un Sampdoria spenta e senza idee. Monza subito in avanti con Pessina all’11’, raddoppio di Caprari al 67′ e terzo goal firmato da Sensi al 95′.Sampdoria in una situazione di classifica difficile con soli due punti e Monza che risale la china a quota sette punti.

Con un rigore per parte, Lecce e Cremonese pareggiano. Allo stadio di Via del Mare la  Cremonese, passa subito in vantaggio con Ciofani al 19′ su calcio di rigore. Il Lecce, pareggia al 42′ sempre su rigore con Espeto. Per il Lecce, importante occasione persa in chiave salvezza, per la Cremonese situazione di classifica incerta.

L’Atalanta, batte di misura la Fiorentina a Bergamo con un goal di Lookman al 59′. La squadra di Gasperini, aggancia il Napoli in testa alla classifica a quota 20 punti. Inutile dire che attualmente, Atalanta e Napoli sono le uniche due squadre di Serie A che stanno giocando un buon calcio.

Non c’è storia, allo Juventus Stadium, dove la Juve ospita il Bologna vincendo per tre reti a zero. Kostic al 24′ porta i bianconeri in vantaggio. Il raddoppio, arriva nella ripresa al 59′ con Vlahovic e al 62′ Arcadius Milik sigla il terzo goal, confermando la sua vena di goal in maglia bianconera. Juventus che si porta a 13 punti, al settimo posto davanti all’Inter che scivola in ottava posizione.

TAG: Inter, Juventus, Milan Roma, Serie A, SSC Napoli
adv-720
Articoli Correlati