fbpx
adv-446
<< ESTERI

Nessun ripiegamento, le truppe russe pronti ad una nuova offensiva

| 1 Aprile 2022 | ESTERI

A dispetto dell’annuncio russo di de-escalation, le bombe continuano a cadere nella regione di Kiev. Le truppe ucraine hanno ripreso il controllo di Kukhari , e di Trostyanet, vicino a Sumy, dove le truppe russe hanno lasciato una drammatica scia di distruzione.

Si inaspriscono intanto anche i rapporti più stretti tra cittadini russi e ucraini, uniti primi della guerra da amicizie, parentele, rapporti professionali. Yevhen Skorobogatskiy, uomo d’affari di Sumy, ora è schierato nell’esercito di difesa territoriale e racconta la sua esperienza:

“Ho otto cugini che vivono in Russia. Quando è iniziata la guerra, li ho chiamati , ma devo dirvi che ora sento di non avere più cugini perché mi hanno detto che loro (i russi) ci stanno liberando dal nazismo”. Una prova vivente del fatto che la propaganda russa sul territorio non è ancora stata minata. In effetti a livello globale le parole della Russia non convincono nessuno perché sempre e prontamente vengono smentite dai fatti.

adv-695

L’illusione di un ripiegamento è durata poche ore e il segretario generale della NATO Jens Stoltenberg, si aspetta ulteriori offensive.

Nel suo bollettino quotidiano, il portavoce capo del ministero della Difesa russo ha detto che i missili da crociera russi hanno distrutto una serie di importanti depositi di carburante utilizzati dalle truppe ucraine nel Donbass, ora l’obiettivo prioritario della “speciale operazione militare”.

Nel frattempo, il presidente russo ha firmato un decreto per reclutare 134.500 nuovi soldati in primavera, che, però ufficialmente, non saranno mandati a combattere in Ucraina.

TAG: bombardamenti, Donbass, guerra russo-ucraina, Ucraina
adv-768
Articoli Correlati