fbpx
adv-414
<< CRONACA

Gioacchino Gammino, boss della ‘Stidda’ è nelle mani della DIA

| 12 Febbraio 2022 | CRONACA

Estradato dalla Spagna, il superlatitante Gioacchino Gammino, boss mafioso della “Stidda” arrestato lo scorso 17 dicembre, è arrivato in Italia. E’ atterrato alle 15.15 di ieri a Fiumicino con un volo di linea da Madrid. Accompagnato dallo Scip, Gammino è stato preso in consegna dai funzionari della DIA, che ha coordinato l’intera operazione, con la scorta della polizia. Quindi è stato condotto negli uffici della polizia di Frontiera per la notifica degli atti. Successivamente sarà portato in un carcere di massima sicurezza.

L’uomo, 61 anni, considerato uno dei 20 latitanti più pericolosi, è stato fermato lo scorso dicembre a Galapagar, una piccola cittadina alla porte di Madrid, dagli investigatori della Direzione Investigativa Antimafia in collaborazione con l’Udico della Polizia Nazionale spagnola.

La Spagna ha dato il via libera all’esecuzione del mandato di arresto europeo emesso il 29 maggio 2014 dalla Procura di Agrigento.

adv-903

Gammino era latitante dal 2002, quando evase dal carcere. Il 26 giugno di quell’anno Gammino riuscì a lasciare Rebibbia durante le riprese di alcune scene di un film che si stavano girando all’interno del carcere romano. Nel film un detenuto si doveva arrampicare su un muro urlando, agitandosi e rifiutandosi di scendere.

Gammino, approfittando dell’azione diversiva dovuta alla confusione che si era creata con l’arrivo della troupe, riuscì ad evadere confondendosi con il flusso dei visitatori che stavano facendo visita ai detenuti.

TAG: DIA, Gioacchino Gammino, latitante, Mafia, Stidda
adv-979
Articoli Correlati