fbpx
adv-369
<< ESTERI

I coloni israeliani stanno commettendo violenti attacchi contro i palestinesi

| 18 Ottobre 2021 | ESTERI

La scorsa settimana i coloni israeliani hanno commesso violenti attacchi quotidiani contro i villaggi palestinesi e i residenti che raccolgono i loro ulivi.

Gli attacchi, che includono percosse di agricoltori e distruzione di alberi, hanno preceduto l’inizio formale della stagione della raccolta delle olive il 12 ottobre nella Cisgiordania occupata, ma si sono intensificati di numero nell’ultima settimana.

Secondo gli osservatori locali, le aree più colpite sono state nella Cisgiordania occupata settentrionale, intorno ai villaggi a sud della città di Nablus e Salfit.

adv-481

Ghassan Daghlas, che monitora la violenza dei coloni nel nord della Cisgiordania, ha detto che dall’inizio della stagione sono stati registrati 58 attacchi, di cui nove nel solo villaggio di Burin, a sud di Nablus.

“E’ evidente che c’è un aumento degli attacchi. Siamo al 30% nella stagione della raccolta delle olive e abbiamo già avuto 58 attacchi nel nord della Cisgiordania”, ha affermato Daghlas, descrivendo gli attacchi come “pianificati e non spontanei”.

Gli attacchi dei coloni sono una realtà frequente e quasi quotidiana per i villaggi palestinesi, ma il numero di attacchi aumenta durante la stagione della raccolta delle olive, che dura fino a novembre, poiché i coloni prendono di mira le famiglie che lavorano nelle loro terre.

Il 12 ottobre, i coloni hanno sradicato 900 alberelli di ulivi e albicocche e hanno rubato colture di olive nel villaggio di Sebastia, a nord di Nablus, mentre sradicavano 70 alberi di ulivo a Masafer Yatta, a sud di Hebron.

Il 13 ottobre, i coloni hanno abbattuto dozzine di ulivi e li hanno spruzzati con prodotti chimici ad Awarta, a est di Nablus, hanno distrutto circa 70 ulivi, alberi da frutta e verdura ad al-Tuwani, a sud di Hebron, e hanno tagliato pneumatici e vandalizzati auto e muri in il villaggio di Marda vicino a Salfit.

E il 16 ottobre, i coloni hanno attaccato il villaggio di Yasuf per il secondo giorno consecutivo, così come i residenti di Burin vicino a Nablus con manganelli, e dato alle fiamme uliveti, ferendo almeno 12 palestinesi.

Daghlas ha affermato che mentre negli anni precedenti “gli attacchi sarebbero iniziati una settimana dopo l’inizio della raccolta delle olive”, quest’anno “gli attacchi sono iniziati presto”, il che ha costretto i palestinesi a prendersi cura dei propri alberi più rapidamente del previsto.

TAG: attacchi, coloni israeliani, Palestina, violenze
adv-179
Articoli Correlati