adv-570
<< SPORT

Olimpiadi Tokio 2020: Italia bronzo staffetta 4×100 misti

Nuoto 1500 sl, Paltrinieri 4°. Vela sul podio. Simone Biles si ritira anche dal corpo libero
| 1 Agosto 2021 | SPORT

Arriva dal nuoto una nuova medaglia azzurra alle Olimpiadi di Tokyo 2020. L’Italia è bronzo nella staffetta 4×100 misti di nuoto maschile: Thomas Ceccon, Nicolo Martinenghi, Federico Burdisso e Alessandro Miressi hanno chiuso alle spalle di Usa (oro e record del mondo) e Gran Bretagna.

Quarto posto invece per Gregorio Paltrinieri nella finale olimpica dei 1500 stile libero. Federica Pellegrini dopo gli ultimi 100 metri alle Olimpiadi, nuotati in stile libero con la staffetta 4×100 mista, sesta nella finale: “Sono molto serena per quello che mi aspetta, non vedo l’ora che cominci il dopo.

Sono stati anni incredibili, con un’altalena di emozioni”. La squadra del fioretto maschile fuori ai quarti col Giappone. Dopo 13 anni, la vela italiana torna sul podio delle Olimpiadi: Ruggero Tita e Caterina Banti, quando manca solo la Medal Race, sono già sicuri di portare a casa almeno la medaglia d’argento nella classe Nacra 17. Simone Biles si ritira anche dalla finale di corpo libero.

adv-777

“Siamo al settimo cielo”, hanno detto Thomas Ceccon, Nicolo Martinenghi, Federico Burdisso, Alessandro Miressi dopo la medaglia di bronzo. “Nel nostro gruppo c’è grande unione: sapevamo che le prime due (Usa e Gran Bretagna) erano irraggiungibili. L’oro? Ce lo prenderemo a Parigi 2024”.

Nella finale dei 1500 stile libero che ha visto Paltrinieri chiudere al quarto posto, l’oro è stato vinto dallo statunitense Robert Finke, l’argento dall’ucraino Mykhailo Romanciuk, il bronzo dal tedesco Florian Weelbrock. “Sono qui e non mi tiro indietro: faccio anche la 10 chilometri in mare”, ha commentato Paltrinieri.

“Ero stanchissimo, a metà gara ero distrutto. Il tempo che ho fatto non è da me, ma lo sport è anche questo, arrivare nel modo giusto al momento giusto”, ha aggiunto l’azzurro, che ha dovuto fare i conti con la mononucleosi: “La gara in acque aperte è stata la domanda degli ultimi mesi: mi dicevano che non dovevo farla, ma io la faccio”.

Con gli ultimi cento metri di Federica Pellegrini alle Olimpiadi, la staffetta azzurra 4×100 mista femminile ha chiuso la finale di Tokyo al quinto posto. Le azzurre (Margherita Panziera, Martina Carraro, Elena Di Liddo e Federica Pellegrini) hanno “toccato” in 3’56”68. Oro all’Australia, argento agli Usa, bronzo al Canada.

“Un dopo come Valentina Vezzali”? Mi sembrerebbe davvero troppo..”, ha detto Pellegrini rispondendo alle domande su eventuali ruoli extrasportivi: “La politica? Io non sono molto diplomatica. Vorrebbe dire che sarei la prima vera… Intendo dire che sarei molto sorpresa nello scoprimi diplomatica e politica”. E sul futuro ha aggiunto: “Sono ancora col costume addosso, non so in che parte del mondo e a quale fuso: aspettiamo le proposte e vediamo”.

Un’altra delusione per la scherma italiana, che lascia Tokyo 2020 senza ori: nell’ultima gara la squadra del fioretto maschile è stata subito eliminata. Nei quarti di finale, gli azzurri (Alessio Foconi, Daniele Garozzo e Giorgio Avola che ha sostituito l’infortunato Andrea Cassarà) sono stati sconfitti dal Giappone per 45-44.

“Il livello è altissimo: da queste Olimpiadi è evidente, ormai il mondo ci ha presi”, ha detto Avola. “Per me – ha aggiunto – è stato un incubo. Non pensavo di chiudere in questa maniera”. “Dovremo fare un’analisi per capire cosa è successo”, ha ammesso Alessio Foconi.

Vela sul podio

Per la vela, la coppia mista Ruggero Tita e Caterina Banti – in testa alla classifica generale fin dalla prima giornata di gare – ha incrementato ulteriormente il vantaggio sui più diretti inseguitori della Gran Bretagna e adesso può permettersi anche un sesto posto in occasione della regata finale di martedì prossimo, 3 agosto, per conquistare l’oro. Se andranno peggio, allora sarà argento, con la Germania terza a -24.

Lorenzo Zazzeri ha chiuso al settimo posto la finale olimpica dei 50 stile libero, con il tempo di 21”78. La medaglia d’oro è stata vinta dall’americano Caeleb Dressel in 21”07 (record olimpico), al quarto oro (il terzo individuale) a Tokyo 2020. Argento al francese Florent Manaudou, bronzo al brasiliano Bruno Fratus.

L’azzurra Sara Fantini, 23enne di Fidenza, si è classificata per la finale del martello donne con la misura di 71,68 che le è valsa il 12/o posto complessivo e quindi l’ammissione alla sfida in cui le migliori si giocheranno le medaglie.

Nell’atletica Davide Re si qualifica alle semifinali dei 400 metri, ripescato dopo aver chiuso la sua batteria in 45’46”.

Simone Biles, star americana della ginnastica, non parteciperà neppure alla finale di corpo libero. Lo ha annunciato la Federazione di ginnastica americana, dopo che la campionessa 24enne aveva già abbandonato la settimana scorsa il concorso a squadre e quello generale, rinunciando poi al volteggio e alle parallele. Resta in ballo, per Tokyo 2020, soltanto la trave: “Simone si ritira dalla finale di corpo libero – si legge nel comunicato della Federazione US Gymnastic – e prenderà una decisione per la trave (in programma martedì) più avanti”.

TAG: medaglie, nuoto, Olimpiadi, Tokio 2020
adv-11
Articoli Correlati