adv-595
<< CULTURA

Vacanze sull’albero in piccoli rifugi e lussuose suite

| 14 Luglio 2021 | CULTURA

Vivere in una Casa sull’Albero, anche se per poco tempo, negli anni è diventato possibile in molte località italiane. Si diffondono costruzioni legnose incastrate tra i rami, spesso provviste di terrazze panoramiche e romantiche. Sospese e originali, sono immerse nel verde in un’atmosfera surreale, per rigenerarsi dal caos quotidiano e le mille incombenze.

L’idea astratta e fantasiosa, che ha affascinato tanti sin dall’infanzia, diventa una realtà concreta. E se viverci è un lusso per pochi e stravaganti architetti, soggiornarci può diventare un’esperienza unica anche per un comune mortale.

adv-672

Infatti, in Friuli-Venezia Giulia al Tree Village si trovano delle piccole casette sull’albero, che sembrano uscite da un racconto fiabesco e materializzate per incanto. Luoghi dove prenotare da aprile fino alla stagione estiva, dedicandosi alle tante attività  della montagna.

In provincia di Cuneo invece, a Manta, è possibile ossigenare i pensieri, oltre ai polmoni, nel Il Giardino dei Semplici con la Casetta sull’Albero. Il nido è poggiato sul tronco di Toulipier, a quattro metri di altezza con una piccola suite, passerella e terrazza. I pasti vengono direttamente serviti tra i rami, senza neanche la fatica di scendere. Altra soluzione del Bed and breakfast è la Casa sull’Albero Quercia, sempre rigorosamente in legno e con più del necessario per isolarsi dal mondo nella pace e comfort.

Scendendo verso il Centro, vicino a Firenze si trova la Casa Barthel, con piccoli cottage costruiti fra gli alberi e stupende vetrate, che fanno sentire gli ospiti parte integrante della natura. Sono mini appartamenti, dotati di passerelle e logge  per una vacanza rigenerante e creativa, utili anche per artisti in cerca d’ispirazione e di pace. La vita caotica e stressante della città sembra svanire sulle colline fiorentine e si è tentati come il Barone rampante di non scendere più. Ma i rami del Barone non  hanno un costo,  le suite sì!

I proprietari Barthel, che vantano una lunga tradizione artigianale, hanno creato e arredato vari tipi di casette come quella di Ceramica, la Casa del Fattore, la Casa del Caffè e la Casa del Marinaio. Associando all’originalità un connubio di bellezza e rarità.

Anche il Lazio ad Arlena di Castro (Viterbo), l’agriturismo La Piantata, offre la possibilità di dormire in quarantaquattro metri quadrati a otto metri da terra con due  appartamentini. La Suite Bleue più piccola e la Black Cabin con ottantasette metri quadrati di lusso, comfort, servizi, considerata tra le più grandi case sull’Albero d’Europa.

E per finire in Campania a Caposele (Avellino) un altro piccolo rifugio, con La casa di Mimma, dove godere dell’Oasi naturale Valle della Caccia nel comune di Senerchia. Distanti dal rumore e da occhi indiscreti, ci si allontana dal mondo.

Insomma, per chi volesse imitare Tarzan e Jane o il Barone di Calvino, può scegliere tra queste soluzioni, non a costo zero, ma al pari di altre suite a cinque stelle. In questo caso di stelle se ne possono contare più di cinque in armonia con la natura e meno distanti dal cielo nel ventre di un albero.  Lo scrittore francese Christian Bobin scrive:

Amo appoggiare la mia mano sul tronco di un albero davanti il quale passo, non per assicurarmi dell’esistenza dell’albero – di cui io non dubito – ma della mia”.

TAG: albero, Arlena di Castro, campania, Caposele, Casa Barthel, Casa sull'Albero, costruzioni, Firenze, Il Barone rampante, La casa di Mimma, La Piantata, Lazio, Manta, nel Il Giardino dei Semplici, riposo, soggiorno, suite, Tree Village, vacanza
adv-568
Articoli Correlati