adv-178
<< ECONOMIA

Primi segnali di una ripresa. Proiezioni positive anche per gli investimenti

| 11 Giugno 2021 | ECONOMIA

Sono cambiate molte cose da quel gennaio 2020, dal momento che ha segnato il diffondersi della pandemia, dell’emergenza sanitaria e della conseguente crisi che ha messo in ginocchio ogni settore economico. Oggi, grazie alla campagna vaccinale, è possibile iniziare a scorgere i primi segnali di una ripresa che si attendeva con fin troppa ansia.

La ripartenza inaspettata dell’economia italiana viene confermata anche dalle dichiarazioni rilasciate da Carlo Bonomi, presidente di Confindustria: “Credo ci siano le condizioni per un piccolo miracolo economico, ma neanche troppo piccolo“, ha dichiarato il leader degli industriali a margine dell’evento “Forum in masseria”. Il numero uno di viale dell’Astronomia ha palesato il suo ottimismo sulla ripresa e ha aggiunto che “la svolta ci sarà se sapremo fare quelle riforme che il Paese aspetta da 25 anni. Oggi ci sono le risorse e un’ampia maggioranza in Parlamento per farle“.

Al presidente di Confindustria fanno eco le parole rilasciate da Daniele Franco, ministro dell’Economia: “È probabile che, se tutto continua sotto il profilo sanitario ed economico con il ritmo delle ultime settimane, la previsione annua del Pil al 4,5% possa essere rivista al rialzo“, ha detto nel corso dell’audizione sul dl Sostegni bis in commissione Bilancio della Camera.

Gli esperti di Moneyfarm, consulente finanziario indipendente leader in Italia e Gran Bretagna, sostengono che nei prossimi mesi si assistirà ad una crescita degli investimenti, ma in un mercato che si muove velocemente, i rischi come sempre sono alti. Per questa ragione è innanzitutto importante comprendere cosa vuol dire investimento sicuro e saper individuare la strategia che massimizzi i rendimenti garantendo il livello di protezione del capitale più adeguato.

L’investitore ha certamente a disposizione diversi strumenti: i conti di deposito, che offrono una remunerazione garantita in cambio di rinunciare alla possibilità di prelevare il proprio capitale, i fondi monetari composti da liquidità o prodotti obbligazionari con durata molto breve, e obbligazioni e titoli di stato con i quali si acquistano titoli di debito dell’azienda emittente.

Una soluzione certa, sicura e definitiva non esiste. Il consiglio fondamentale, secondo il parere di Moneyfarm, per diversificare e contenere costi e rischi, è quello di rivolgersi ad un consulente finanziario indipendente che consente di comprendere come investire i risparmi e affrontare il mercato in maniera meno rischiosa. Se è vero, infatti, che non esistono investimenti sicuri al 100%, è anche vero che, affidandosi a mani esperte, è possibile monitorare in maniera sana e costruttiva il difficile mondo della finanza, e imparare i trucchi e le regole per investire in modo sicuro.

TAG: Carlo Bonomi, investimenti, ripresa
adv-735
Articoli Correlati