adv-552
<< CRONACA

Brano shock della cantante catanzarese Merante, che invita a sparare alla Polizia

"Simu i latitanti e simu i cchiù potenti"
| 25 Gennaio 2021 | CRONACA

Brano a dir poco discutibile quello della cantante folk calabrese Teresa Merante, di Simeri Crichi, che sta facendo il giro del web. La canzone s’intitola “U latitanti”, cioè “Il latitante”, e il testo fa rabbrividire.

Non solo una descrizione quasi celebrativa della figura dei latitanti, ma anche insulti verso le forze dell’ordine e l’invito esplicito ai giovani a sparare alla Polizia. “Na lucia vascia vascia comincia a lampeggiare. Fhujiti giovanotti, chista è la Polizia, sparati a tutta forza a sta brutta compagnia”, una delle frasi shock contenute nel brano. “Una luce bassa bassa comincia a lampeggiare. Scappate ragazzi, questa è la Polizia, sparate a tutta forza a questa brutta compagnia”, è la traduzione italiana. “Lu struscio dei catini si senta de luntanu, si stannu avvicinandu cu li mitra a li manu”, “Il rumore delle catene si sente da lontano, si stanno avvicinando con i mitra i mano”, continua il testo. “Non aviti paura ca su quattru pezzenti, nui simu i latitanti e simu i cchiù potenti”, “Non abbiate paura che sono quattro pezzenti, noi siamo i latitanti e siamo i più potenti”.

Parole che in una terra difficile come la Calabria, che combatte ogni giorni contro la malavita e contro gli stereotipi, fanno rizzare i capelli a tutti i calabresi onesti che si spaccano la schiena per cercare di ripulire l’immagine di un’intera regione. In un momento delicato che sta dimostrando quanto le nuove generazioni possano essere fragili e bisognose di esempi concreti, un brano che invita i giovani a sparare alla Polizia certamente non giova.

adv-250

https://www.lanuovacalabria.it/brano-shock-della-cantante-calabrese-merante-che-invita-a-sparare-alla-polizia-simu-i-latitanti-e-simu-i-cchiu-potenti

TAG: Incitamento alla violenza, Polizia
adv-214
Articoli Correlati