adv-300
<< ECONOMIA

Riprenderà domani la commissione sulla Manovra; attesa sulle modifiche

| 20 Dicembre 2020 | ECONOMIA

La commissione Bilancio della Camera ha ripreso i lavori sulla manovra ma è ancora attesa per i pareri definitivi su un nuovo faldone di modifiche parlamentari. La seduta dunque è stata subito interrotta per fare il punto con i gruppi parlamentari su quale sia il modo più condiviso per procedere.

La legge di Bilancio è attesa per domani mattina in Aula a Montecitorio e poi dovrà passare al Senato per il via libera definitivo.

Niente Imu nel 2021 per il settore del turismo e dello spettacolo, anno bianco per gli autonomi, 10 giorni di congedi per i papà e attenzione al rientro delle neomamme al lavoro, anche se per favorire la parità e le opportunità di genere lo stanziamento di appena 2 milioni viene rimandato al 2022.

adv-173

Alla Camera, dove è stata a lungo ferma, la manovra inizia a cambiare.

Ecco alcune delle novità principali approvate finora in Commissione bilancio

Fino a 1.000 euro per filtri acqua potabile. Arriva un credito d’imposta del 50% per l’acquisto e l’installazione di sistemi di filtraggio, mineralizzaizone, raffreddamento e/o addizione di anidride carbonica. Lo sconto fiscale per l’acquisto dei filtri arriverà a massimo 1.000 euro per le abitazioni private e a 5.000 euro per i pubblici esercizi. Previsto un finanziamento di 5 milioni l’anno per il 2021 e il 2022. Obiettivo, razionalizzare l’uso dell’acqua potabile e ridurre il consumo di contenitori di plastica.

Ok 3mila medici e 12mila infermieri per vaccini. Via libera alle risorse per l’attuazione del piano vaccini: la commissione Bilancio della Camera ha approvato un emendamento riformulato e sottoscritto da tutti i gruppi per l’assunzione per nove mesi a partire da gennaio di 3mila medici e 12mila infermieri e assistenti sanitari per somministrare il vaccino anti-Covid. Si prevede che alla campagna vaccinale partecipino anche i medici specializzandi fin dal primo anno di specializzazione.

Ok ecoincentivi auto, 3.500 euro per le euro6. Via libera della commissione Bilancio ai nuovi ecoincentivi auto che, per i primi 6 mesi del 2021, interesseranno anche le auto euro 6. L’emendamento, riformulato, prevede infatti a fronte di rottamazione di una vecchia auto (almeno 10 anni) un incentivo di 3.500 euro (1.500 dello Stato e 2.000 del venditore). Per i primi 6 mesi del 2021 arriva anche un ecobonus per il ricambio di veicoli commerciali. Confermati anche gli incentivi per le auto ibride ed elettriche. L’emendamento sul fronte delle auto green prevede il rifinanziamento di quanto già previsto nei decreti Rilancio e Agosto con bonus di ulteriori 2.000 euro per veicoli elettrici e ibridi, aggiuntivi agli incentivi esistenti. Stanziati 250 milioni di euro per il termico (euro 6) per acquisti fino a giugno 2021. Stanziati 120 milioni di euro per l’elettrico per acquisti fino a dicembre 2021 e 50 milioni ai veicoli commerciali (prevedendo 10 milioni destinati interamente all’elettrico), che potrà accedere all’incentivo di rottamazione.

Ok a cig per gli autonomi, fino a 800 euro. Via libera della commissione Bilancio della Camera all’emendamento, riformulato, che introduce la cig anche per i lavoratori autonomi: la misura si chiama Iscro, Indennità di continuità reddituale e operativa, e prevede un assegno tra minimo 250 e massimo 800 euro al mese per 6 mesi per chi abbia subito perdite del 50% rispetto ai tre anni precedenti e abbia dichiarato un reddito non superiore a 8.145 euro. Potranno richiederlo le partite Iva aperte da almeno 4 anni. L’indennità sarà corrisposta dall’Inps e al momento vale solo per gli autonomi della gestione separata dell’ente di previdenza, ma il ministro Nunzia Catalfo ha già annunciato l’intenzione di estenderlo anche ai professionisti degli ordini.

Ok stretta tasse su e-cig e tabacco riscaldato. Via libera della commissione Bilancio, a maggioranza, alla stretta sulla tassazione di sigarette elettroniche e tabacco riscaldato. Gli emendamenti, riformulati, prevedono che per le e-cig le aliquote sui liquidi da inalazione salgano al 15% dal primo gennaio 2021: al 20% nel 2022 e al 25% nel 2023 se con nicotina; al 10% nel 2021, 15% nel 2022 e 20% nel 2023 se senza nicotina. Per l’accisa sul tabacco riscaldato si prevede un aumento graduale fino al 40% dell’accisa che grava sulle sigarette tradizionali nel 2023 (salirà prima al 30% nel 2021, poi al 35% nel 2022).

Stop IMU. La sospensione dell’imposta, già in parte attiva quest’anno, riguarderà nel 2021 il turismo e lo spettacolo. Saranno esenti discoteche, fiere, stabilimenti balneari, agriturismi, villaggi turistici, rifugi di montagna, affittacamere per brevi soggiorni, case e appartamenti per vacanze, bed and breakfast, residence e campeggi.

Incentivi alle neomamme al lavoro. Vengono stanziati 50 milioni nel 2021 per sostenere la conciliazione dei tempi di lavoro e di cura delle mamme al rientro dal parto. I fondi puntano a sostenere le “misure organizzative adottate dalle imprese per favorire il rientro al lavoro delle lavoratrici madri”. Per favorire la parità salariale e le opportunità di genere sul lavoro la dote è invece di 2 milioni ma dal 2022.

Tasse sospese per lo Sport. Stop di due mesi ai versamenti di ritenute, Iva, tasse e contributi per federazioni, enti e società sportive professionistiche e dilettantistiche. I versamenti dovuti di gennaio e febbraio andranno saldati entro il 30 maggio o in 24 rate mensili a partire da quella data.

TAG: Camera dei Deputati, isee, tasse, vacanze
adv-382
Articoli Correlati