adv-373
<< ESTERI

Scienziato iraniano legato al programma nucleare è stato assassinato

| 28 Novembre 2020 | ESTERI

Uno scienziato iraniano secondo cui Israele ha guidato il programma nucleare militare della Repubblica islamica fino a quando il suo scioglimento all’inizio degli anni 2000 è stato assassinato venerdì.

Israele ha rifiutato di commentare immediatamente l’uccisione di Mohsen Fakhrizadeh, che una volta il primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu ha chiamato in una conferenza stampa dicendo: “Ricorda quel nome”. 

Israele è stato a lungo sospettato di aver compiuto una serie di uccisioni mirate di scienziati nucleari iraniani quasi un decennio fa. La tv di stato venerdì ha citato fonti che confermano la morte. Ha detto che avrebbe offerto più informazioni a breve.

adv-172
L’agenzia di stampa semi-ufficiale Fars, ritenuta vicina alla Guardia Rivoluzionaria del Paese, ha detto che l’attacco è avvenuto ad Absard, una piccola città appena ad est della capitale Teheran. Ha detto che i testimoni hanno sentito il suono di un’esplosione e poi il fuoco di una mitragliatrice. L’attacco ha preso di mira un’auto in cui si trovava Fakhrizadeh, ha detto l’agenzia.

I feriti, comprese le guardie del corpo di Fakhrizadeh, sono stati successivamente portati in un ospedale locale, ha detto l’agenzia. La televisione di stato sul suo sito web ha successivamente pubblicato una fotografia delle forze di sicurezza che bloccavano la strada. 

Foto e video condivisi online hanno mostrato una berlina Nissan con fori di proiettile attraverso il parabrezza e sangue accumulato sulla strada. Nessun gruppo ha rivendicato immediatamente la responsabilità dell’attacco. Tuttavia, tutti i media iraniani hanno notato l’interesse che Netanyahu aveva precedentemente mostrato a Fakhrizadeh.

Hossein Salami, comandante in capo della Guardia paramilitare, sembrava riconoscere l’attacco a Fakhrizadeh. “Assassinare scienziati nucleari è lo scontro più violento per impedirci di raggiungere la scienza moderna”, ha twittato Salami. Hossein Dehghan, consigliere del leader supremo dell’Iran e candidato alla presidenza nelle elezioni iraniane del 2021, ha emesso un avvertimento su Twitter.

“Negli ultimi giorni della vita politica del loro alleato del gioco d’azzardo, i sionisti cercano di intensificare e aumentare la pressione sull’Iran affinché intraprenda una guerra in piena regola”, ha scritto Dehghan, apparentemente riferendosi al presidente degli Stati Uniti Donald Trump. “Scenderemo come un fulmine sugli assassini di questo martire oppresso e faremo rimpiangere le loro azioni!”

L’area intorno ad Absard è piena di ville per le vacanze dell’élite iraniana con vista sul Monte Damavand, la vetta più alta del paese. Le strade venerdì, parte del fine settimana iraniano, erano più vuote del normale a causa di un blocco per la pandemia di coronavirus, offrendo ai suoi aggressori la possibilità di colpire con meno persone in giro.

Fakhrizadeh ha guidato il cosiddetto programma iraniano “Amad” o “Hope”. Israele e l’Occidente hanno affermato che si trattava di un’operazione militare che esaminava la fattibilità della costruzione di un’arma nucleare in Iran. Teheran ha mantenuto a lungo il suo programma nucleare pacifico.

L’Agenzia Internazionale dell’Energia Atomica afferma che il programma “Amad” è terminato all’inizio degli anni 2000. Gli ispettori dell’AIEA ora monitorano i siti nucleari iraniani come parte dell’accordo nucleare iraniano in corso di dissoluzione con le potenze mondiali.

TAG: assassinio, Benjamin Netanyahu, Iran, Israele, Mohsen Fakhrizadeh, nucleare
adv-282
Articoli Correlati