fbpx
adv-883
<< SPORT

Rinvio delle Olimpiadi: Phelps invita gli atleti a “prendersi cura” della propria salute mentale

| 7 Aprile 2020 | SPORT

L’ex nuotatore Michael Phelps, lo sportivo di maggior successo nella storia delle Olimpiadi, ha invitato gli atleti colpiti dal rinvio di un anno dei Giochi di Tokyo a “prendersi cura” della propria salute mentale.

“Davvero, voglio che tutti si assicurino che si prendano cura della propria salute mentale. Questo è qualcosa che è ancora più importante ora”, ha detto Phelps in un’intervista.

“Questa è la nostra vita”, ha cercato di spiegare l’americano, ritirato dalle piscine, sull’obiettivo olimpico. “Ho provato a rivivere ciò che mi sentirei emotivamente in questo momento, se fossi ancora in competizione. È davvero difficile da capire.”

adv-47

“Stiamo attraversando un periodo particolare per quattro anni. Sappiamo esattamente quando accadrà, i corpi sono pronti per quello, e poi lì…dobbiamo aspettare”, ha continuato.

Il Comitato Olimpico Internazionale e il Giappone hanno preso la storica decisione di posticipare i Giochi di Tokyo per la prima volta quest’estate di 12 mesi, con la diffusione della pandemia di Covid-19 che ha impedito a molti atleti di allenarsi.

Phelps aveva già espresso la sua grande preoccupazione subito dopo l’annuncio del rinvio delle Olimpiadi. “Spero davvero, davvero, che non vedremo un aumento del tasso di suicidi degli atleti per questo”, ha dichiarato.

Depressione, Phelps ha dovuto affrontarlo e non si è mai nascosto. “Posso dire di averne avuto almeno una mezza dozzina”, ha continuato. “E durante quello del 2014, non volevo rimanere in vita”.

Quell’anno fu arrestato per aver guidato in stato di ebrezza e sospeso per sei mesi dalla sua federazione. Il che non gli ha impedito di ritornare grande e di terminare la sua carriera in grande stile ai Giochi di Rio nel 2016.

“Sarò il primo ad ammettere che soffro ancora di depressione e ansia, e ho avuto un paio di giorni nelle ultime tre settimane in cui è stato difficile… Sono sicuro che ci sono persone che vivono esattamente la stessa cosa”, ha ribadito l’uomo con le 28 medaglie olimpiche di cui 23 d’oro.

“Se sei in un posto in cui hai bisogno di aiuto, contatta e chiedi aiuto. È stato qualcosa che è stato molto difficile per me, posso capirlo. E’ qualcosa che ha cambiato la mia vita allo stesso tempo. Ad essere sincero, mi ha salvato la vita”, ha concluso.

TAG: #COVID19, nuoto, Olimpiadi, sport
adv-721
Articoli Correlati