Prof ad alunni, se vi becco tra le sardine è l’inferno

133

Un docente di scuola superiore di Fiorenzuola, Giancarlo Talamini Bisi, “minaccia” su fb, con toni che non ammettono repliche, di punire i propri studenti se “oseranno” manifestare contro Salvini, assieme alle ‘sardine’, domani a Fiorenzuola, comune di 15 mila abitanti della provincia di Piacenza.

“Io sarò presente. Cari studenti, se becco qualcuno di voi, da martedì cambiate aria, nelle mie materie renderò la vostra vita un inferno, vedrete il 6 col binocolo e passerete la prossima estate sui libri. Di idioti in classe non ne voglio. Sardina avvisata”, ha scritto il docente che però nelle ultime ore, dopo essere stato tempestato di proteste, ha rimosso il post e chiuso il suo profilo fb.

In serata, con una mail ad alcuni organi di informazione locali, il docente si è scusato per le sue affermazioni. “Ne approfitto – scrive fra l’altro il professore – per scusarmi pubblicamente con tutti gli studenti, genitori, colleghi e dirigenti che non era certo nelle mie intenzioni mettere in difficoltà attraverso il mio scritto. Chi mi ha conosciuto – conclude – sa che non sarei mai e poi mai in grado di compiere azioni del genere”.

L’istituto superiore nel quale il docente insegna ha preso le distanze. La dirigenza dell’istituto, comunica “di aver già informato del fatto gli organi superiori dell’amministrazione scolastica per adottare le misure opportune. Si sottolinea l’estraneità della scuola dalle affermazioni del docente in questione”.

Il post non è passato inosservato al ministero dell’Istruzione. “A tutela dei diritti degli studenti e della stessa scuola ho attivato gli uffici del Miur per verificare i fatti e procedere con provvedimento immediato alla sospensione”, ha scritto il ministro Lorenzo Fioramonti ricordando il dovere di “educare al rispetto dei principi della Costituzione”.