Vespe nell’asilo, due bambini finiscono all’ospedale per le punture

119

Che la scuola, la buona scuola, versa in condizioni a dir poco precarie lo si evince dalla scarsa manutenzione delle strutture. Se poi i controlli vengono meno, beh allora tocca fare i conti anche con madre natura.

Infatti è quest’ultima che nell’asilo Piaget di Montecchio Maggiore, in provincia di Vicenza, ha scatenato la sua ira causando attimi di paura. Uno sciame di vespe si è scagliato contro dei bambini di età tra i 3 e i 5 anni.

Era metà mattina quando i piccoli sono andati nel giardino della scuola insieme alle maestre. La solita attività all’aperto che viene fatta tutti i giorni, se il tempo è soleggiato, per permettere ai bambini di giocare, correre e divertirsi al di fuori delle aule. All’improvviso è apparso uno sciame di vespe che ha attaccato e punto i bambini: una di loro in particolare con ben 10 punture soprattutto sulla testa.

Ad essere attaccato anche un altro compagno che ha ricevuto pure lui diverse punture. Gli insegnanti, visto che una bimba presentava numerose punture, hanno deciso di allertare l’ambulanza del Suem 118. I sanitari l’hanno trasportata al pronto soccorso dell’ospedale Cazzavillan di Arzignano, con l’altro bimbo più colpito, e sono stati tenuti sotto osservazione per diverse ore.

È stata una fortuna che nessuno dei bimbi punti fosse allergico e che non sia andato in shock anafilattico, un rischio comunque potenzialmente alto nel caso di presenza di diverse punture soprattutto quando si tratta di bambini.

Il comitato genitori vuole fare chiarezza sulla vicenda che poteva causare problemi ancor più gravi sui piccoli. Adesso tocca all’amministra locale dare perentorie risposte su quanto accaduto, visto che neanche più la scuola sembri un posto sicuro.