lunedì, Settembre 28, 2020
Home CRONACA Pastore pagato 1,80 euro, un arresto

Pastore pagato 1,80 euro, un arresto

-

Avrebbe sfruttato per mesi un 24enne bengalese facendolo lavorare ‘in nero’ 11 ore al giorno come pastore in cambio di un compenso di 1,80 euro all’ora.

Per i reati di sfruttamento del lavoro e favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, oltre a numerose altre violazioni, i Carabinieri hanno arrestato in flagranza, con la concessione dei domiciliari, un pregiudicato 46enne, titolare di una impresa agricola e di allevamento di ovini a Casamassima (Bari).

Contestualmente sono state elevate sanzioni amministrative e ammende per quasi 60 mila euro e disposta la sospensione dell’attività produttiva.

I militari hanno accertato che il pastore si occupava della mungitura, della pulizia e del pascolo, lavorava dall’alba al tramonto per 1,80 euro all’ora, che inviava a moglie e figli nel Paese d’origine, e da due mesi non veniva pagato.

Il bengalese, privo di permesso di soggiorno e senza fissa dimora, viveva in un container e per i servizi igienici usava lo stesso pozzo utilizzato dagli animali per abbeverarsi.

4,103FansLike
1,170FollowersFollow
- Advertisment -

I Più Letti

Visco: “Con Recovery recuperare ritardi istruzione e ricerca”

0
"Ne va della credibilità di questo governo e di tutto il sistema Paese. Non possiamo fallire su questo progetto" di Recovery plan.Lo dice il...

editoriale

Il nuovo dramma delle donne migranti negli USA: la sterilizzazione

0
Secondo un rapporto riferito, dozzine di donne migranti detenute in un centro di detenzione negli Stati Uniti hanno subito un intervento chirurgico per rimuovere...