fbpx
adv-410
<< ECONOMIA

Che Pasticcio di Manovra

| 1 Ottobre 2018 | ECONOMIA

“Per il momento quello che so è che il deficit è del 2,4%, non solo per l’anno prossimo, ma per tre anni. Questo rappresenta una deviazione molto, molto significativa rispetto agli impegni presi”, sono state le parole di Moscovici apparso perplesso dopo aver sentito il Ministro Tria durante l’incontro tenuto questo pomeriggio dall’Eurogruppo.

Nonostante lo sforzo dello stesso ministro Tria che ha cercato di mostrarsi sereno a partire dal suo arrivo cercando di rassicurare i partner europei con l’invito a stare ‘tranquilli’ e un sorriso amichevole che ha accompagnato il tentativo dell’attuale Ministro dell’Economia di far approvare i piani di bilancio dall’Eurogruppo, la manovra dell’Italia si rivela sempre meno credibile e poco convincente di fronte all’Europa

Nel frattempo le reazioni in difesa della Manovra sono arrivate da parte di Conte che ha scritto su Facebook “abbiamo gettato le basi per una manovra seria e coraggiosa…” mentre il sempre più poliedrico Salvini – nelle vesti di economista – ha affermato: “I soldi ci sono, basta farli girare”. Parole poco chiare da parte di membri del governo che continuano a fare Campagna Elettorale sulla pelle dei conti pubblici e dei risparmi degli italiani.

adv-294

Tale scenario appare sconfortante per i mercati: dopo le parole di Moscovici – le quali hanno rappresentato il pensiero univoco dei ministri e dei membri della commissione presenti all’Eurogruppo – hanno scatenato l’allarme dei mercati. Lo Spread Btp-Bund ha chiuso a 280 punti e Piazza Affari ha chiuso in calo. Il rialzo da 267 a 282 punti base segna il risultato dell’allocuzione del Ministro Tria che, per altro, rientrerà stasera – in anticipo – da Lussemburgo.

Il dettaglio che sembra allarmare i partner europei è la pretesa di mantenere il deficit al 2,4% almeno durante tre anni e, soprattutto, la mancata chiarezza da parte del Ministro Tria – e di qualunque esponente del ‘governo gialloverde’ – al momento di approfondire nel merito dei provvedimenti. Sebbene è legittimo che un governo intenda aumentare-diminuire il proprio deficit, esso è tenuto almeno a chiarire dove verranno impiegate tali risorse e finora questo non è stato fatto da nessuno.

E mentre la manovra si rivela un disastro, i mercati, l’Europa, ma soprattutto gli italiani hanno bisogno di provvedimenti che rassicurino l’economia anziché agitarla, ma il governo non sembra voler rettificare la propria linea. I gialloverdi, si sapeva già, non sono molto preoccupati di essere, ma di apparire…

TAG: economia, eurogruppo, Europa, Italia, manovra, Moscovici, Tria
adv-326
Articoli Correlati