Maria Maddalena 2018 – La donna di Gesù è tornata

820

Diretto da Garth Davids si propone come il film dell’anno, distribuito dalla Universal Pictures, Maria di Magdala (Magdala, un piccolo villaggio di pescatori, oggi una cittadina israeliana che affaccia sulle sponde di un lago chiamato “di Genezaret”), è interpretata dall’attrice statunitense Rooney Mara, volto già noto per la sua partecipazione a film come “The social Network“, “Nightmare” e “Uomini che odiano le donne“;

Gesù è interpretato dall’attore portoricano Joaquin Phoenix, anche lui con un curriculum notevole, lo abbiamo visto in “Two Lovers” e “Irrational Man“. Quasi interamente girato in Italia con circa 400 comparse, Maria Maddalena “rischia” di diventare il film dell’anno, bellissima la coreografia, posti favolosi e incantevoli giustamente adattati al tempo con la “computer Graphic“, ma senza togliere nulla del fascino di questi luoghi;

scene riproposte con una qualità oltre lo standard, iniziando da un dolby surround di grande effetto e una sequenza di immagini in 4K che lasciano lo spettatore senza parole. Luca, capitolo 8… è qui che nel Vangelo, si nomina per la prima volta Maria di Magdala, una donna complessa diventata motivo di discussione per molti studiosi e credenti, una donna che trascina dietro il suo personaggio, la sua figura, il suo nome, ancora misteri irrisolti.

Nel cast c’è anche Chiwetel Ejiofor (Pietro), l’attore Britannico noto per la partecipazione a film come “American Gangster” e “Il Segreto dei suoi occhi“. La sceneggiatura è di un buon livello, curata in tutti i dettagli da Helen Edmundson (al suo esordio come sceneggiatrice) e Philippa Goslett, sceneggiatrice del film “La ragazza del Punk innamorato“(2017) e “Little Ashes“(2008). Il direttore della fotografia è Greig Fraser, un professionista non da poco, visto che ha diretto la fotografia in film come “Lion“(2016) diretto dallo stesso regista e

Biancaneve e il Cacciatore“(2012). Maria, per molti è stata la sposa di Gesù e colei che ha scritto il Vangelo di Giovanni, ma questa proposta nel film di Davis è molto distante da quella Maria interpretata dall’attrice italiana Maria Grazia Cucinotta; qui, le emozioni si intrecciano attimo per attimo, il ritmo è un continuo “lievitare” fino all’ultima scena. Prodotto dagli stessi produttori de “Il Discorso del Re“, “Maria Maddalena” è un lavoro cinematografico che secondo molti critici e addetti ai lavori, vale veramente la pena andare a vedere.