50 sfumature di Rosso – Perché mi sfidi… Perché posso…

1886

Il sequel che si presenta come “L’ultimo Capitolo” della saga, cambia tanto, si perfeziona sia nella sceneggiatura che nella trama più che avvincente questa volta. Lontano dalle insicurezze proposte col primo “50 sfumature di grigio“, questo ultimo lavoro cinematografico, ne ha per tutti i gusti, o meglio… per tutte le sfumature.

Trama forte, avvincente e, finalmente interessante; ormai sposi si ritrovano a contrastare ciò che li circonda, l’intesa e l’audacia non bastano, qui serve qualcosa in più, perché Elena… non scherza, mentre sul fronte opposto c’è Jack Hyde che, licenziato giura vendetta, Ana intanto, viene minacciata. Avere una casa di produzione e una casa di distribuzione che rispondono al nome di “Universal Pictures” ha senz’altro i suoi vantaggi e le sue garanzie, questo, il regista statunitense James Foley lo sa bene. Montaggio e sceneggiatura di gran lunga meno sofisticati ma più concreti, i lunghi minuti di girato consumati a documentare passione e perversione sembrano essere stati messi un po’ da parte, è stato fatto solo l’essenziale per restare fedeli alla saga, ma senza eccessi. Ottime le musiche che accompagnano il film, come molto bella, risulta la qualità stessa dei filmati e delle immagini che vengono proposte, sicuramente di forte impatto visivo. Nel frattempo, godetevi questo bellissimo Trailer…

La figlia di Melanie Griffith, Dakota Johnson (nel film è Anastasia Steele) supera la prova con lode, la maturità raggiunta è già di quelle da diva di Hollywood; ottima anche la prova dell’attore nordirlandese Jamie Dornan. Nel cast, certamente non passa inosservata la sessantacinquenne e ancora bellissima Kim Basinger e, nel personaggio di Mia Grey, la cantante e modella Rita Ora. Il fatto che i due si siano sposati, non sembra affatto chiudere il capitolo, come vuole far credere tutto quello che si trascina con sé questo film, ma anzì, potrebbe addirittura motivare la realizzazione di un prequel della saga…