fbpx
adv-470
<< ATTUALITÀ

GRAFFI-TI Fa caldo, sventolate il soldato Boeri!

| 5 Luglio 2017 | ATTUALITÀ, POLITICA

Conoscete il proverbio: “chi rompe paga ed i cocci sono i suoi”? È quello che sta accadendo nell’Unione Europea per l’immigrazione. L’Italia, colpevole di aver solo sbattuto leggeri pugnetti su quel tavolo che non c’è, si prende sonore porte in faccia dagli Stati che, orrore!, vogliono mantenere i loro confini chiusi all’ondata migratoria senza controllo.

Quegli stessi Stati che spinsero per la caduta di Gheddafi in Libia, fregandosene altamente del “dittatore”, spinti solo da interessi commerciali a nostro discapito. Noi, geograficamente comodi, facciamo da punto di raccolta di chiunque scappi dal suo paese e per qualunque motivo. Per questo ci prendiamo i rimbrotti della democratica Ue e qualche consolatoria pacca sulla spalla.

I cocci rimangono a noi ma per farceli digerire arriva, puntuale, il soldato Boeri dall’Inps con il solito mantra: “ci pagano le pensioni” (articolo originale). Il nostro accaldato eroe va oltre: “Molti lasciano l’Italia prima di maturare i requisiti per la pensione e ci regalano i loro contributi: le nostre stime prudenziali sono ad oggi di circa un punto di pil”, tradotto ” meglio loro (sottopagati? Esercito industriale di riserva? Quisquilie) che non costeranno alle casse dell’Inps perché se ne torneranno da dove sono venuti (sicuro?) prima di percepire il dovuto (sarebbe anche sfruttamento ma… quisquilia).

adv-455

Insomma, caro italiano, fattene una ragione! Nessuno ha intenzione di promuovere costose politiche per incentivare la natalità se hai l’opportuno immigrato da utilizzare. Qualche razzista (sarcasmo) potrebbe obiettare che un flusso incontrollato di disperati porterà conflitto sociale visto che sono solo i più deboli a soffrirne; lo stesso razzista si ricorderà le parole di Buzzi (MafiaCapitale): “si fanno più affari coi migranti che con la monnezza”. Se poi gli venisse il dubbio di chiedere come mai se sono una risorsa, gli altri Stati li respingono, verrebbe messo al muro come schifoso fascista.

Di soldati Boeri ne è piena l’Italia e se qualcosa andrà storto saranno gli stessi a puntare il ditino inquisitore contro l’egoismo nostrano. Sempre dal salotto di Capalbio, lontano dalla massa puzzolente

TAG: Boeri, Graffi-ti, Unione Europea
adv-291
Articoli Correlati